Raul Cremona: “L’incontro con Massimo Moratti mi ha fatto tornare nerazzurro”

0
23

Inter, il noto comico Raul Cremona è uno dei testimonial della campagna ‘An Authentic Christmas’ e ha voluto raccontare come, grazie a Massimo Moratti, è tornato ad essere interista

Moratti ©Getty Images

INTER RAUL CREMONA INTERVISTA/ Il noto comico Raul Cremona, è stato ospite negli studi di Sky Sport per raccontare la sua esperienza da venditore nel ruolo di Ricky Rasola, che è uno dei protagonisti della campagna dell‘Inter chiamata: “An Authentic Christmas’. Queste le sue dichiarazioni in merito: “Sono una sorta di venditore anni ’80 con il baffone, ho pensato di metterci dentro questa chiave divertente del venditore. Io nasco interista, ma sono discontinuo: ammetto che da piccolo tenevo al Cagliari per Gigi Riva, poi dopo di lui c’è stato un vuoto fino all’incontro a teatro con Massimo Moratti; poi sono andato a San Siro e sono tornato con Ronaldo. Ora torno con ancora Ricky Rasola“.

LEGGI ANCHE >>> Prosegue la caccia al bomber: i nomi
LEGGI ANCHE >>> Marotta all’assalto dei parametri zero
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Florenzi nome caldo per Conte

L’attore ha poi voluto dare un suo parere, sia sul suo rapporto con il calcio, sia su alcune minuzie della campagna natalizia del club meneghino e ha spiegato: “I prodotti sono in vendita veramente: è un’idea dell‘Inter, ho scoperto di essere un bravo venditore. Quasi quasi cambio mestiere, mi sono divertito. Non ho avuto contatti con i giocatori, nei tempi delle registrazioni loro arrivavano o prima o dopo, come accade spesso in questi casi. Abbiamo registrato un paio di settimane fa e penso di aver portato fortuna perché nel frattempo c’è stato il sorpasso sulla Juventus, che se non sbaglio ha perso 3-1. Nell’ambiente del calcio c’è molta scaramanzia e per me è difficile perché quando mi avvicino al calcio e vedo certi cambiamenti, come nelle formazioni, faccio fatica a seguire e a parlarne. Ricordo Adriano: prima correva tanto e poi si è piantato, spero che Lukaku non faccia la stessa fine”.