Giordano: “Dobbiamo diventare un popolo più sportivo e meno tifoso”

0
25

Inter, l’ex attaccante Bruno Giordano ha voluto dare un parere sulla situazione del campionato italiano e sulla questione riguardante il recupero delle partite che sono state rinviate

Bruno Giordano – Getty Images

INTER BRUNO GIORDANO INTERVISTA/ L’ex attaccante Bruno Giordano è stato intervistato da TuttoMercatoWeb Radio per avere un parere sulla situazione del calcio italiano. Queste le sue prime dichiarazioni: “Purtroppo, in Italia siamo abituati a vedere un calcio in cui ognuno pensa a sé stesso. Sono state sfalsate le partite e questo è chiaro. Si parla di Juve-Inter, ma non di Inter-Sampdoria: è un po’ assurdo. Bisogna recuperare le partite che vengono prima cronologicamente. Dobbiamo diventare un popolo più sportivo e meno tifoso“. Gli hanno domandato se il fatto di giocare a porte chiuse possa mettere in difficoltà i calciatori e lui ha spiegato: “Si, cambia molto. Giocai un Real Madrid-Napoli a porte chiuse e sembrava una partita finta. Il tifo a favore e a sfavore condiziona molto. Avere tutto lo stadio con 40mila persone che ti supportano ti aiuta sicuramente. Giocare a porte chiuse avvantaggia sicuramente la squadra che gioca in trasferta“. Gli hanno chiesto come si dovrebbe giocare Juventus-Inter e lui ha detto: “Io credo che la soluzione migliore sia quella di giocare a porte chiuse, ma anche Juventus-Milan di Coppa Italia. Prima però si dovrebbe recuperare la 25^ giornata, quella di Inter-Sampdoria“.

LEGGI ANCHE >>> Juventus-Inter rinviata, clamorosa decisione
LEGGI ANCHE >>> Marotta: ”Campionato falsato!”
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Dura replica all’Inter: ”State zitti, avete rifiutato di giocare di lunedì!”

Infine una domanda sulla Lazio, squadra nella quale ha militato per ben 10 stagioni e lui ha dichiarato: “Era stato messo in discussione anche Inzaghi all’Inizio. Poi sono arrivati tutti questi risultati utili ed è meritatamente in testa. Giocano il calcio più bello al momento in Italia. C’è un ambiente molto tranquillo”.