Pereira pentito: “Inter, il più grande errore della mia carriera”

0
28

Le ultime news Inter registrano le dichiarazioni dell’ex nerazzurro Alvaro Pereira che non ricorda con piacere il suo passato ad Appiano Gentile.

Alvaro Pereira (Getty Images)

Alla fine dell’estate del 2012 l’Inter acquistò Alvaro Pereira per 10 milioni di euro dal Porto con la speranza che il Nazionale uruguaiano avrebbe risolto i problemi sulla fascia sinistra dell’allora squadra di Stramaccioni. Ma in una stagione e mezza, nonostante l’arrivo di Mazzarri in panchina, il suo rendimento in maglia nerazzurra non fu mai all’altezza delle aspettative. E così nel gennaio del 2014 fu ceduto in prestito ai brasiliani del San Paolo e un anno dopo agli argentini dell’Estudiantes che lo riscattarono nel 2016. A 34 anni, Pereira oggi gioca in Paraguay con il River Plate, che potrebbe essere il suo ultimo club visto che è in scadenza di contratto a dicembre.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, il milanista confessa: “Ho detto sì all’Inter”

Inter, l’ex Pereira ricorda il trasferimento dal Porto

Intervistato dal quotidiano sportivo lusitano ‘Record‘, Alvaro Pereira ha ripercorso la sua carriera ed in particolare il trasferimento dal Porto all’Inter: “In quella estate se ne erano andati sia Fucile che Cristian Rodriguez: io dissi alla dirigenza che dovevano rinforzare la squadra in tutti i reparti per poter riuscire a vincere in Champions League. Avevo voglia di conquistare trofei non più soltanto a livello nazionale. Il Porto, invece, pensava soltanto alla mia cessione e così ho deciso di andare via. E’ stato il più grande errore della mia carriera andare all’Inter“.

Alvaro Pereira ai tempi dell’Inter (Getty Images)

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:
Calciomercato Inter, torna Allegri: Conte trema

Calciomercato Inter, clamoroso ritorno in nerazzurro!