Savino: “Di Madrid ho il ricordo indelebile di una valle di lacrime”

0
20

Inter, il noto conduttore Nicola Savino è stato intervistato da Sportweek per raccontare come ha vissuto la vittoria della Champions League nel 2010. Nel suo racconto tutta l’essenza speciale del tifoso nerazzurro

Nicola Savino

INTER SAVINO CHAMPIONS LEAGUE/ Il noto conduttore Nicola Savino, è stato intervistato da Sportweek per ricordare il ‘Triplete’ della squadra di José Mourinho e nello specifico, il trofeo più importante, la Champions League, vinta a Madrid contro il Bayern Monaco, a quasi 10 anni da quella partita che però resta ancora indelebile nella mente dei tifosi della squadra meneghina. Comunque le sue parole, confermano nuovamente quanto il tifoso nerazzurro sia una tipologia per dirla alla Abatantuono: “Eccezionale veramente”, dato che trova sempre il modo di vedere qualcosa di negativo in un avvenimento che non può averne. Queste le sue dichiarazioni: “A fine ci meravigliavamo con Giovanni Storti del fatto che tutti lì, Gino e Michele, Marco Santin, Fabio De Luigi, Fabrizio Bentivoglio, anziché gioire piangevamo lacrime disperate. Era una valle di lacrime, io di Madrid ho quel ricordo indelebile. Più naturalmente un’infinità di immagini, di gioie, di risate. Io la partita in sé ma la sono goduta solo al fischio finale. Prima non ero convinto della vittoria e anche durante il recupero mi ripetevo: se fanno il 2-1 è un attimo… Dopo sono scoppiato a piangere ripensando a me da bambino e a tutte le volte che sono andato allo stadio ed è stata una delusione.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus | Test medici in casa Inter: nota UFFICIALE del club

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, erede Lautaro | Rischio doppia beffa

Poi, a conferma del masochismo interista che non può mancare, anche a Madrid, mentre col pullman stavamo andando all’aeroporto, ecco le voci sull’addio di José Mourinho. Ci aveva abbandonato, è stata una specie di coito interrotto”.