Coppa Italia | Le probabili formazioni di Napoli-Inter

0
58

Da Mertens a Lukaku ed Eriksen, ecco le probabili formazioni del match Napoli-Inter valevole per il ritorno delle semifinali di Coppa Italia

Napoli-Inter, all’andata vinsero gli azzurri 1-0 (Getty Images)

Finalmente si torna in campo. Domani sera al ‘San Paolo’ contro il Napoli, ovviamente a porte chiuse, l’Inter cercherà di strappare il pass per la finale di Coppa Italia in programma mercoledì 17 giugno. Servirà però una mezza impresa alla squadra di Conte, considerata la sconfitta per 1-0 rimediata nella gara d’andata al ‘Meazza’. Il tecnico nerazzurro sembra davvero intenzionato a ripartire col 3-4-1-2, lanciando per la prima volta Eriksen alle spalle delle due punte che saranno certamente Romelu Lukaku e Lautaro Martinez, protagonisti assoluti nel successo ottenuto in campionato a inizio gennaio. Per tutte le altre news sull’Inter CLICCA QUI.

Dubbi in difesa per Conte, Gattuso punta sul consueto 4-3-3

Eccetto Skriniar, in difesa sono tutti in dubbio, a partire da de Vrij: se l’olandese non dovesse farcela, ecco che al centro del reparto giocherebbe Ranocchia. A sinistra dovrebbe agire Bastoni, seppur non al meglio. In caso di forfait, Skriniar verrebbe dirottato a sinistra con D’Ambrosio – anche lui un po’ acciaccato, idem Godin che forse nemmeno partirà per la trasferta – sul centro-destra. Sugli esterni Young e Candreva, in mezzo al campo Brozovic e Barella. Vecino rischia di non farcela nemmeno per la panchina. Sponda azzurra, Gattuso verso il consueto 4-3-3, con l’ex Politano e Insigne ai lati del ‘finto’ centravanti Dries Mertens. L’arbitro della sfida sarà Gianluca Rocchi.

inter eriksen conte marotta
Christian Eriksen (Getty Images)

Probabili formazioni Napoli-Inter

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui; Zielinski, Demme, Fabian Ruiz; Politano, Mertens, Insigne. All. Gattuso.

INTER (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Candreva, Barella, Brozovic, Young; Eriksen; Lautaro Martinez, Lukaku. All. Conte.

ARBITRO: Rocchi di Firenze