Napoli-Inter 1-1, Mertens e Ospina buttano fuori Conte | Flop Lautaro

0
49

Cronaca, tabellino, pagelle con top e flop del match Napoli-Inter valevole per il ritorno delle semifinali di Coppa Italia

Napoli-Inter 1-1 (Getty Images)

L’Inter non va oltre l’1-1 al ‘San Paolo’ e perde l’occasione di incontrare la Juventus in finale di Coppa Italia. I nerazzurri portano subito il confronto in equilibrio con un gran gol (non voluto) di Eriksen direttamente da calcio d’angolo al secondo minuto di gioco. La squadra di Conte occupa in maniera perfetta il campo, ha in mano la partita contro un Napoli incapace di fare schermo e ripartire, ma ha la colpa di non raddoppiare. Anche perché si trova davanti un Ospina in grande giornata: il portiere colombiano è provvidenziale sul colpo di testa di Lukaku alla mezz’ora e poi sulla conclusione ravvicinata di Candreva, insieme a Eriksen spine nel fianco dei padroni di casa; poi è quello che dà il via a un contropiede fulmineo con un lancio magistrale sui piedi di Insigne, il quale brucia in velocità Eriksen (di rientro dal corner battuto) girandola poi a Mertens, tutto solo e freddo al punto giusto per depositare in rete il pallone dell’1-1. Un gol imbarazzante quello subito dall’Inter, che anche nel secondo tempo è stabilmente e tutta nella metà campo avversaria, rendendosi però realmente pericolosa a dieci dalla fine con una grande azione finita dal potente tiro di Eriksen murato ancora una volta da un super Ospina, l’uomo che di fatto regala la finale a Gattuso. Per Conte e la sua Inter sfuma così un altro obiettivo, quello più alla portata…

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, nuova richiesta Conte | No di Zhang!

CLICCA QUI per le altre news sull’Inter.

Pagelle e tabellino Napoli-Inter

TOP

Candreva – Tutte le azioni offensive sono passate dai suoi piedi, un pericolo costante per il Napoli. Avrebbe meritato il gol

Eriksen – Era il più atteso dopo Lautaro, alla prima da trequartista non delude seppur non facendo cose straordinarie. Oltre al gol, nel primo tempo dà velocità alla manovra. Cala nella ripresa, restando però tra i migliori in campo. Solo Ospina, nel finale, gli vieta il raddoppio, una rete che sarebbe valsa la finale.

FLOP

Lautaro – Ha la testa al Barcellona? Forse. Certo che stasera si è rivisto quello pima dello stop, ovvero un lontano parente del giocatore ammirato nella prima parte di stagione. Sovrastato da Maksimovic.

Brozovic – Manca di geometrie e spesso prova a fare tutto da solo. Più dannoso che utile

Lukaku – Meglio ma non troppo di Lautaro, anzi meno peggio. Pesante nelle gambe, goffo nei movimenti. Insomma la brutta copia di Lukaku.

NAPOLI-INTER 1-1
2′ Eriksen, 41′ Mertens

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj; Elmas (64′ Fabian Ruiz), Demme, Zielinski (84′ Allan); Politano (64′ Callejon), Mertens (73′ Milik), Insigne (84′ Younes). A disp.: Meret, Karnezis, Mario Rui, Llorente, Lozano, Luperto, Ghoulam. All.: Gattuso.

INTER (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij (87′ Ranocchia), Bastoni; Candreva (71′ Moses), Barella, Brozovic, Young (71′ Biraghi); Eriksen (87′ Eriksen); Lautaro Martinez (71′ Sanchez), Lukaku. A disp.: Padelli, Berni, Gagliardini, Sensi, Ranocchia, Asamoah, Borja Valero, Esposito, Pirola. All.: Conte.

ARBITRO: Rocchi di Firenze

NOTE – Ammoniti: Young, de Vrij

LEGGI ANCHE >>> Clausola per Lautaro, c’entrano Icardi e non solo | Le ultime di InterLive