Inter-Sassuolo 3-3 | Altalena nerazzurra e addio scudetto. Dov’è la mano di Conte?

0
59

Cronaca, tabellino, pagelle con top e flop del match Inter-Sassuolo valevole per la 27esima giornata del campionato di Serie A

Inter-Sassuolo 3-3 (Getty Images)

L’Inter fa 3-3 in casa col Sassuolo e dice davvero addio alle già residue speranze scudetto. I nerazzurri vanno sotto subito facendosi trovare con la difesa scoperta: ne approfitta Caputo. Il primo tempo della squadra di Conte è disastroso, fa solo il solletico ed è spesso e volentieri posizionata male, non a caso a quella di De Zerbi concede diverse occasioni per il raddoppio. Ma il calcio è strano e così l’Inter, nei cinque minuti finali, riesce a ribaltarla: il pari arriva con un calcio di rigore concesso per l’atterramento di Skriniar da parte di Boga e trasformato da Lukaku, il vantaggio con Biraghi che da pochi passi non sbaglia sfruttando appieno una grande giocata di Sanchez. Nel secondo tempo i nerazzurri ritrovano una certa quadratura complice anche il calo del Sassuolo. Sui piedi di Gagliardini il pallone del facile tre a uno, ma il centrocampista a due passi dalla porta sguarnita prende incredibilmente la traversa. Così il risultato resta in bilico, con gli ospiti che protestano veemente e inutilmente a un quarto d’ora dal novantesimo per un fallo di mano in area di Young. Massa dice no e il silent check appoggia la sua decisione, ma a dieci dalla conclusione sempre l’inglese commette un ingenuo fallo su Murdur che stavolta l’arbitro sanziona, giustamente, con il penalty che realizza Berardi. Ma il pari non abbatte l’Inter, anzi le dà la scossa e con Borja Valero, su una punizione al bacio di Candreva, trova la rete del nuovo vantaggio. Poi però si riaddormenta subito e Magnani fa il 3-3 finale completamente indisturbato.

Pagelle e tabellino Inter-Sassuolo

TOP

Sanchez – Non spreca la chance concessagli da Conte. Giocata illuminante per il momentaneo 2-1 di Biraghi

FLOP

Gagliardini – Sbaglia un gol che avrebbe segnato chiunque. L’impegno non si discute, ma non è da Inter.

Bastoni – In grosse difficoltà fisiche, dalla sua fascia di competenza – anche perchè poco assistito da Biraghi – arrivano i maggiori pericoli

Young – Un disastro. Entra e fa danni, commettendo un fallo inconcepibile per un giocatore della sua esperienza.

Eriksen – Da una sua giocata nasce l’azione del rigore, ma poi zero assoluto. Nessuno spunto e tanti passaggi sbagliati, certamente un passo indietro rispetto a domenica.

Conte – Ok il turnover, ma l’undici iniziale aveva davvero poco senso. Squadra schizofrenica e fase difensiva di burro, la sua mano ora si vede poco…

INTER-SASSUOLO 3-3
3′ Caputo, 40′ rig.Lukaku, 45′ Biraghi, 80′ rig.Berardi, 85′ Borja Valero, 88′ Magnani

INTER (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia (53′ de Vrij), Bastoni; Moses (74′ Candreva), Gagliardini, Borja Valero, Biraghi (74′ Young); Eriksen (61′ Agoume); Lukaku, Sanchez (61′ Lautaro). All. Conte

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Chiriches (78′ Magnani), Ferrari, Rogerio (45′ Kyriakopoulos); Magnanelli (57′ Locatelli), Obiang; Berardi, Djuricic, Boga (66′ Haraslin); Caputo (57′ Defrel). All. De Zerbi

ARBITRO: Massa di Imperia

NOTE – Ammoniti: Rogerio, Skriniar, Bastoni, Conte. Espulsi: Skriniar al 92′

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, Lautaro e Moses-Sanchez | Marotta allo scoperto