Ceferin: “Siamo convinti che sarà possibile organizzare tutte le finali”

0
28

Inter, il presidente dell’Uefa Aleksander Ceferin ha voluto dare tutte le spiegazioni in merito alla ripartenza delle due coppe europee e sul loro svolgimento nel mese di agosto. Il dirigente è convinto che si riuscirà a terminare il torneo senza ulteriori problemi

Ceferin nuovo presidente dell’Uefa

INTER CEFERIN INTERVISTA/ Lunga intervista da parte dell’agenzia spagnola Efe ad Aleksander Ceferin presidente dell’Uefa. A poco più di un mese dalla ripartenza delle coppe europee, il 5 e il 6 agosto si disputeranno gli ottavi di Europa League, mentre il 7 e 8 quelli di Champions League mancanti,  hanno chiesto al dirigente se ci saranno delle possibilità, che almeno le due finali delle due coppe europee, si potranno giocare con il pubblico. Queste le sue dichiarazioni in merito: “Siamo in stretto contatto con le autorità portoghesi e tedesche e martedì ho parlato personalmente con il primo ministro portoghese. Seguiremo le raccomandazioni delle rispettive autorità e prenderemo una decisione presto, molto probabilmente prima del sorteggio del 10 luglio. Vorremmo che i tifosi fossero presenti, ovviamente, ma non comprometteremo la sicurezza delle persone coinvolte, anche se è triste pensare di giocare la partita di calcio europeo più importante in uno stadio vuoto”. Gli hanno domandato se ci sono degli eventuali piani B, in caso di nuovi problemi e lui ha negato dicendo: “No, siamo convinti che sarà possibile organizzare tutte le finali nei Paesi designati, compresa la Women Champions League in Spagna“.

CLICCA QUI per le altre news sull’Inter.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, rispunta Dzeko | Offerta e controfferta della Roma

LEGGI ANCHE >>> Clausola per Lautaro, c’entrano Icardi e non solo | Le ultime di InterLive

L’ultima domanda, ha riguardato come sarà stabilità la scelta degli stadi per i quarti di finale e lui ha spiegato: “Decideremo i luoghi la prossima settimana prima del sorteggio. Ma dipenderà principalmente dall’autorizzazione delle autorità locali e dalle restrizioni di viaggio tra i paesi delle squadre partecipanti”.