Home Pagelle - I voti degli esperti Genoa-Inter 0-3 | Lukaku più Sanchez e Conte torna secondo

Genoa-Inter 0-3 | Lukaku più Sanchez e Conte torna secondo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:47

Cronaca, tabellino, pagelle con top e flop della gara Genoa-Inter valevole per la 36esima giornata del campionato di Serie A

Pagelle e tabellino di Genoa-Inter (Getty Images)

L’Inter schianta il Genoa e si riprende il secondo posto. Primo tempo a ritmi bassi e quasi interamente a tinte nerazzurre. Sblocca Lukaku alla mezz’ora: cross perfetto dalla sinistra di Biraghi, il belga si libera dalla marcatura di Zapata e di testa fa 1-0. I padroni di casa si affidano al lancio lungo per i due attaccanti, mal supportati però dai compagni. Nel secondo tempo l’Inter non punge calando di concentrazione e correndo qualche rischio. La squadra è visibilmente stanca, ma alla fine riesce a mettere la vittoria in cassaforte con Sanchez subentrato a Lautaro e, a tempo scaduto, ancora con Lukaku.

Pagelle e tabellino Genoa-Inter

TOP

Lukaku – Determinante, come quasi sempre in questa stagione. Coi due gol di stasera raggiunge quota 29. Mica male…

Sanchez – Si conferma decisivo quando entra a gara in corso. Dà una svegliata alla squadra mettendo in cassaforte il risultato in un momento complicato.

Biraghi – Super prestazione e non solo per il cross al bacio per la prima rete di Lukaku.

FLOP

Skriniar – Involuto sul piano atletico, fa fatica a vincere i contrasti.

GENOA-INTER 0-3
33′ e 92′ Lukaku, 82′ Sanchez

GENOA (3-5-2): Perin; Goldaniga, Romero, Zapata; Ankersen (75′ Ghiglione), Jagiello, Behrami (58′ Schone), Rovella (76′ Destro), Criscito; Favilli (70′ Pandev), Pinamonti. All.: Nicola

INTER (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Godin; Moses (83′ Candreva), Brozovic, Gagliardini, Biraghi (83′ Young); Eriksen (64′ Borja Valero); Lukaku, Lautaro Martinez (64′ Sanchez). All.: Conte

ARBITRO: Massa di Imperia

NOTE – Ammoniti: Criscito, Gagliardini, Romero, Ranocchia, Handanovic

LEGGI ANCHE >>> Marotta: “Penalizzati dal calendario” | Poi spegne il ‘sogno’ Messi