Home Inter News: tutte le ultime notizie nerazzurre Bordon: “Eriksen non è un acquisto sbagliato, verrà fuori e sarà utile”

Bordon: “Eriksen non è un acquisto sbagliato, verrà fuori e sarà utile”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:55

Inter, l’ex portiere Ivano Bordon ha analizzato il campionato della sua ex squadra partendo dall’allenatore Antonio Conte, per poi spostarsi su Getafe ed Europa League e su alcuni giocatori

Eriksen in Inter-Fiorentina di Coppa Italia (Getty Images)

INTER BORDON INTERVISTA/ Il campionato dell’Inter è terminato con un ottimo secondo posto a un solo punto dalla Juve e con gli stessi 82 punti dell’Inter del ‘triplete’ di Mourinho. L’ex portiere nerazzurro Ivano Bordon, è stato intervistato da Radio Sportiva per avere un parere sulla stagione della sua ex squadra. Queste le sue dichiarazioni, partendo dal nuovo tecnico: “Conte è arrivato per dare una mentalità e un modo di giocare alla squadra, ci è riuscito fino al lockdown. Dopo ha avuto qualche pausa, poi si è ripresa, ma non è l’unica squadra ad aver avuto momenti complicati“. Giovedì ripartirà l’Europa League, con la disputa degli ottavi di finale e gli chiedono un’opinione sul Getafe e lui spiega: “Squadra ostica e temibile, ma se l’Inter si ritrova anche loro dovranno stare attenti. Competizione difficile, dare i nerazzurri favoriti per la vittoria finale mi sembra prematuro“. Il centrocampista Cristian Eriksen acquistato a gennaio, per ora ha avuto più critiche che elogi, ma l’ex estremo difensore lo ha difeso dicendo: “Non è un acquisto sbagliato. Non tutti gli stranieri, anche forti, riescono ad adattarsi in fretta; verrà fuori e sarà utile”. CLICCA QUI per le altre news sui nerazzurri.

LEGGI ANCHE >>> Marotta: “Creato un modello. Ecco la differenza con la Juventus”

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, rischio nuovo ‘scontro’ Conte-Marotta | Le ultime di InterLive

LEGGI ANCHE >>> Marotta: “Messi è fantacalcio” | Poi allo scoperto su Brozovic

Infine due parole anche sul suo ‘collega’ Samir Handanovic, sul quale  ha dichiarato: “Ha grande esperienza, è sempre migliorato, la fascia di capitano lo ha aiutato per avere più sicurezza con i compagni. Viene attaccato perché quando un portiere sbaglia si vede, ma ha portato punti all’Inter“.