Siviglia-Inter 3-2 | Lukaku sbaglia porta, Europa League agli spagnoli

0
1

Cronaca, tabellino, pagelle con top e flop del finale di Europa League Siviglia-Inter andata in scena allo Stadion Koln di Colonia

Siviglia-Inter 3-2 (Getty Images)

Il Siviglia sconfigge l’Inter a Colonia e si aggiudica l’Europa League 2019/2020. I nerazzurri partono forte sbloccando subito la gara con Lukaku. Barella sradica il pallone a Banega e serve Lukaku che nell’uno contro uno ha la meglio su Diego Carlos il quale in area gli dà un pestone facendolo rotolare per terra. Rigore netto, forse anche da espulsione e non solo da giallo, che il belga realizza con freddezza. La reazione del Siviglia è rabbiosa e si poggia sul suo gioco classico, producendo dieci più tardi il pareggio: Young lascia spazio a Navas di crossare al centro per de Jong: Godin in ritardo sull’olandese che in tuffo di testa fa 1-1. Poco dopo la mezz’ora il numero 19 la ribalta sempre di testa su punizione al bacio di Banega. La squadra di Lopetegui, dominatrice della gara, non ha però nemmeno il tempo di godersi il vantaggio che arriva il pareggio interista firmato da Godin, bravo a staccare tutti in area di rigore e di testa a bucare la porta difesa da Bono. Nel secondo tempo le squadre sono stanche e c’è la paura di sbagliare, Lukaku non concretizza la grande chance per il 3-2 e poi a un quarto d’ora dal termine devia nella porta di Handanovic la rovesciata in area di Diego Carlos. Una autorete pesante quella del belga, l’Inter non ha reazione e così gli spagnoli possono alzare, meritatamente, al cielo la sesta Europa League della loro storia.

Pagelle e tabellino Siviglia-Inter

TOP

Bastoni – Gioca come un veterano non sbagliando quasi nulla. L’unica nota davvero positiva della serata

FLOP

De Vrij – Insicuro, impaurito. Lascia tutto a Bastoni il compito di impostare il gioco.

Gagliardini – Non all’altezza del palcoscenico, sbaglia tutto quello che sbagliare.

Young – Timido, lascia troppo spazio a Navas.

Lautaro – Non è in serata, Kounde ha vita facile. Fallisce l’appuntamento più importante, per diventare un top ne deve percorrere di strada ancora.

Lukaku – Sbaglia l’occasione del possibile 3-2, poi fa autogol (episodio sfortunato). Decisivo in negativo dopo un ottimo primo tempo con tanto di rigore guadagnato e trasformato.

SIVIGLIA-INTER 3-2
4′ rig.Lukaku, 11′ e 32′ de Jong, 35′ Godin, 73′ aut.Lukaku

SIVIGLIA (4-3-3): Bono; Navas, Kounde, Diego Carlos, Reguilon; Banega, Fernando, Jordan; Suso (76′ Vazquez), de Jong, Ocampos (69′ Munir). All.: Lopetegui

INTER (3-5-2): Handanovic; Godin (89′ Candreva), De Vrij, Bastoni; D’Ambrosio (76′ Moses), Barella, Brozovic, Gagliardini (76′ Gagliardini), Young; Lukaku, Lautaro Martinez (76′ Sanchez). All.: Conte

ARBITRO: Makkiele (OLA)

NOTE – Ammoniti: Diego Carlos, Conte. Barella, Banega, Bastoni, Gagliardini.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, dalla Spagna: doppio affare da 138 milioni