Inter, da Milito e Mourinho a Moratti: i retroscena di Stramaccioni

0
7

Le ultime news Inter registrano le dichiarazioni dell’ex tecnico Stramaccioni che svela i retroscena su Milito, Mourinho, Ranieri e Moratti.

Andrea Stramaccioni (Getty Images)

“Ripensando a quella squadra mi vengono in mente solo calciatori incredibili come Lucio, Samuel, Zanetti, Cambiasso, Milito, Stankovic, Chivu e Maicon… C’erano il capitano del Brasile e quello dell’Argentina, mentre io non ero nessuno. Ma pensavo che se ero stato scelto dai dirigenti, allora potevo fare qualcosa di importante”. Pensieri e parole di Andrea Stramaccioni. Intervenuto ai microfoni dell’emittente britannica ‘Sky Sports’, l’ex allenatore dell’Inter svela i retroscena di quando sedeva sulla panchina nerazzurra: “Alla partita di esordio contro il Genoa, Milito venne da me per rassicurarmi e dirmi di non preoccuparmi perché stavo lavorando bene e avremmo fatto 4 gol. Ne facemmo 5! Mourinho? Allenatore fantastico. Non lo conoscevo, ma mi mandò dei messaggi con consigli e suggerimenti. Non lo dimenticherò e lo ringrazierò sempre. Ranieri invece era una figura paterna. Stavamo facendo una grande stagione: eravamo secondi a dicembre, poi purtroppo Moratti decise di cedere il club. La nuova proprietà fece scelte diverse, ma l’Inter resta nel mio cuore”.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:
Inter, nuovo summit Conte-Marotta: la formazione per il 2020/21

Calciomercato Inter, riecco Milinkovic-Savic: possibile con lo scambio