Lucarelli: “Oggi, a distanza di anni, apprezzo ancor di più quanto riusciva a fare Julio Cruz”

0
21

Inter, l’ex attaccante ed ora allenatore Cristiano Lucarelli ha ricordato l’importanza che aveva Julio Cruz nonostante fosse un’alternativa ai giocatori titolari della squadra meneghina e di come spesso pur entrando per pochi minuti risultasse decisivo

Julio Ricardo Cruz

INTER LUCARELLI-MILIK-CRUZ/ L’ex attaccante Cristiano Lucarelli, ora allenatore della Ternana in serie C girone C, è stato intervistato da TuttoMercatoWeb Radio. L’ex calciatore ha voluto dare un parere su Arek Milik attaccante del Napoli, che a gennaio dovrebbe lasciare la squadra campana. Queste le sue parole: “Penso che potrebbe lasciare ancora il segno in Italia. Penso a Zapata, che a Napoli non è riuscito a dimostrare fino in fondo il suo valore affermandosi all’Atalanta. Non vedo perché dovrebbe scappare dall‘Italia, sicuramente nella scelta dovrà privilegiare l’essere al centro di un progetto, che sia dove vuole lui ma deve trovare una società che ci punti“. L’ex giocatore, nel dare un consiglio al suo collega di reparto, ha ricordato Julio Cruz punta di scorta dell’Inter che spesso entrava e risolveva le partite e ha spiegato: “Oggi, a distanza di anni, apprezzo ancor di più quanto riusciva a fare Julio Cruz, che decideva le partite da alternativa. Lo potevi mettere dentro 5′ e si faceva trovare pronto, poi magari saltava due partite, rientrava e diventava decisivo. Per tutte le altre news di calciomercato sui nerazzurri CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, scambio con Brozovic | Via libera dell’Inter

LEGGI ANCHE >>> Inter, nuova panchina per Conte | Destinazione a sorpresa

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato, svolta Inter: “Cambia agente”. Juventus battuta

Oppure anche Massaro nel Milan… In generale, anche nella mia carriera è stato così, si preferisce essere generali in Corsica piuttosto che marescialli in Francia. Accettare di essere alternative non è facile, così come entrare a partite in corsa. Quelli come Milik hanno bisogno di giocare sempre”.