Inter-Torino, Lautaro: “Non abbiamo giocato bene, abbiamo preso tantissime ripartenze”

0
156

Inter-Torino 4-2, l’attaccante Lautaro Martinez ha voluto dare il suo parere sull’incontro e ha confermato come il primo tempo della squadra nerazzurra non sia stato all’altezza. Ma ha sottolineato che con carattere si possono ribaltare le partite e questa squadra ne ha da vendere

Calciomercato Inter
Lautaro Martinez (Getty Images)

INTER TORINO LAUTARO INTERVISTA/ L’Inter da squadra pazza che è, nonostante i tentativi, per ora risultati vani, del tecnico Antonio Conte di dare una parvenza di normalità alla squadra nerazzurra, dopo essere stata sull’orlo del baratro e sotto di 2 gol contro il Torino, tra l’altro senza Belotti, in meno di mezzora ribalta la partita segnando ben 4 gol alla squadra granata. Al termine dell’incontro l’attaccante della squadra nerazzurra Lautaro Martinez, oggi entrato nella ripresa, è stato intervistato da InterTv. Queste le sue dichiarazioni sull’incontro: “Siamo contenti per il secondo tempo, il primo non è stato bello per noi. Non abbiamo giocato bene, abbiamo preso tantissime ripartenze. Abbiamo giocato come l’avevamo preparata quindi dobbiamo capire che cosa abbiamo fatto male, per migliorare e fare quanto fatto nel secondo tempo, con pazienza con la palla, con voglia e determinazione che hanno portato ai quattro gol, che non è facile”. Gli hanno fatto notare, che quello che conta è il risultato e i tre punti che sono arrivati e lui ha confermato: “Quello è l’importante infatti. La cosa buona di oggi è che abbiamo dimostrato carattere ed è importante.

LEGGI ANCHE >>> Inter-Torino, Marotta: “Inizia un ciclo particolare”. Poi apre alla cessione di Eriksen

Per tutte le altre news sull’Inter CLICCA QUI.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE:

Interlive.it | Conte-Inter separati in casa: Marotta e la decisione già presa

Inter, ESCLUSIVO agente Radulovic: “Perfetto per il 3-5-2. Stankovic decisivo”

Dobbiamo mantenerlo perché in settimana abbiamo una partita molto importante. Dobbiamo vincere perché siamo in casa, perché dobbiamo farlo. Abbiamo bisogno di punti e dobbiamo dimostrare quanto dimostrato oggi nel secondo tempo”.