Verona-Inter, Conte: “Bisognerà lottare per vincere”. Poi ‘frecciata’ al club

0
2768

Le dichiarazioni rilasciate da Conte al termine di Verona-Inter, gara andata in scena al Bentegodi e valevole per la quattordicesima giornata di Serie A

Antonio Conte a Sky Sport

L’Inter sbanca il ‘Bentegodi’ centrando il settimo successo consecutivo. “Ho visto una squadra tosta, quadrata e determinata – ha esordito un soddisfatto Conte al microfono di ‘Sky Sport’ – Non era facile vincere qui, anzi faccio i complimenti a Juric. Volevamo a tutti i costi questi tre punti, siamo stati bravi anche a ricominciare pure dopo il pareggio loro. L’uscita dalle coppe non ci ha dato più serenità, rimane una ferita che brucia e che deve continuare a bruciare. Se sarà un testa a testa col Milan? Dobbiamo pensare a noi – ha risposto il tecnico dell’Inter. Per tutte le altre news sui nerazzurri CLICCA QUI. – sicuramente è un campionato più equilibrato rispetto ai precedenti. Fino alla fine sarà così, dovremo lottare per provare a vincere, la storia di questo club ce lo impone. Questa vittoria deve darci convinzione e morale, ora è giusto riposare e staccare la spina. Lukaku come sta? E’ un giocatore come tutti gli altri, come ha detto lui. Non è giusto dargli responsabilità eccessive, ma siamo contenti di lui. Come di Lautaro, che oggi si è sbloccato facendo una grande partita. Gli attaccanti quando non segnano vanno un po’ in ansia…”

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, soldi e scambio: ‘beffa’ a Juve e Milan

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, Nainggolan in partenza | Scambio col bomber

Calciomercato Inter, Conte: “Spesso le valutazioni concordano. In estate si poteva fare, ma non si è fatto”

Antonio Conte (Getty Images)

Parentesi sul calciomercato di gennaio a fine intervista: “A me non spetta chiedere, ma fare delle valutazioni. Poi è inevitabile che il club, in base a quelle che sono le possibilità, dirà se si può fare oppure no. Spesso le valutazioni concordano, poi però si deve far fronte a delle valutazioni che a me tocca accettare. Ci rivedremo coi dirigenti come succede in tutte le squadre. La visione è uguale, però vedremo… In estate si poteva fare, ma non si è fatto“.