Serie A, Roma-Inter: focus sui prossimi rivali di campionato

0
174

Roma-Inter: focus sui giallorossi che ospiteranno i nerazzurri domenica nel big match di Serie A fra le due compagini. I dettagli

Inter
Roma (Getty Images)

Archiviata la dolorosa sconfitta contro la Sampdoria (2-1), l’Inter deve reagire in fretta per affrontare al meglio il big match di domenica (12.30) contro la Roma allo stadio Olimpico. Una partita che, tra storia e classifica, vale veramente tanto. Proprio per questo, analizziamo la squadra allenata da Paulo Fonseca, tutt’altro che sopravvalutata.

LEGGI ANCHE>>> Inter, attacchi e riflessioni | Cosa c’è di vero sulla cessione di Suning

Roma: punti deboli e punti di forza, scopriamo la squadra di mister Fonseca

I punti di forza: la Roma di Fonseca è bella e funziona pure. Il 3-4-2-1 dei giallorossi punta molto sui due trequartisti che riescono ad innescare azioni veloci e a servire la punta in area di rigore. Un tandem offensivo che, spesso e volentieri, fa male. Senza dimenticare Dzeko, in dubbio per il big match contro l’Inter, centravanti in grado di far salire la squadra anche nei momenti più delicati del match dato che garantisce il più delle volte di superare la prima linea di pressing dei rivali.

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato Inter, vice Lukaku | Nuovo nome dalla Premier

Roma-Inter
Roma (Getty Images)

I punti deboli: esterni come Spinazzola e Karsdorp sono molto efficaci in attacco, ma in difesa la cosa cambia radicalmente. Spesso, infatti, soffrono soprattutto nell’uno contro uno. L’altro punto debole della squadra di Fonseca, riguarda la costruzione dal basso nella quale, speso, il tecnico portoghese chiede ad un difensore centrale di spostarsi in mediana per creare superiorità numerica in fase di possesso. Ma se qualcosa andasse storto, si otterrebbe l’effetto opposto.

Roma-Inter: modulo dei giallorossi e… Mkhitaryan

LA FORMAZIONE

 

ROMA (3-4-2-1): Pau Lopez; Mancini, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Veretout, Cristante, Bruno Peres; Pellegrini, Mkhitaryan; Dzeko. All.: Paulo Fonseca.

IL MIGLIORE: MKHITARYAN: difficile trovare un giocatore più importante del talento armeno nella Roma. Trequartista atipico, offre il meglio di sé come esterno offensivo in un tridente d’attacco. Nonostante il fisico notevole, è agile e veloce oltre ad essere molto tecnico e abile negli inserimenti. E’ velocissimo palla al piede, ciò gli permette di garantire la superiorità numerica dato che è molto bravo nell’uno contro uno. Il suo sinistro fa paura, e fermarlo non sarà per niente facile per l’Inter.