Colonnese: “Vidal deve dimostrare di essere un giocatore da Inter. E’ anche un po’ in sovrappeso”

0
168

Inter, l’ex giocatore Francesco Colonnese ha voluto dare il suo parere sia sulla situazione di Arturo Vidal e sul ‘cazziatone’ subito dal centrocampista cileno da Antonio Conte. Inoltre ha dato la sua opinione anche sulla sfida di domani tra la squadra di Fonseca e quella di Antonio Conte

Inter
Arturo Vidal (Getty Images)

INTER COLONNESE INTERVISTA/ Il tecnico dell’Inter Antonio Conte non era stato tenero nei confronti di Arturo Vidal, che per il momento non ha ancora reso come ci si aspettava in maglia nerazzurra, dopo che lo stesso allenatore della squadra milanese aveva preteso il suo approdo a Milano. L’allenatore pugliese ha comunque ridato fiducia al suo giocatore, che domani a Roma potrebbe partire titolare contro la squadra di Fonseca. In merito a questa situazione l’ex calciatore Francesco Colonnese non ha avuto remore ad andare giù molto duro contro il centrocampista cileno e intervistato da Radio Sportiva ha dichiarato: “Vidal deve dimostrare di essere un giocatore da Inter. Conte lo ha voluto a tutti i costi, ora però non è il giocatore che abbiamo visto alla Juventus, è anche un po’ in sovrappeso“. In vista della sfida dell’ora di pranzo di domani all‘Olimpico di Roma tra la squadra di Fonseca e quella di Antonio Conte, valida per la diciassettesima giornata del campionato di serie A, l’ex calciatore ha detto: “Entrambe le squadre devono dare segnali. La Roma deve dare continuità, l’Inter invece deve riprendere il cammino. Sarà una partita aperta, con tanti duelli, soprattutto sulla fascia con Hakimi e Spinazzola.

Per tutte le altre news clicca QUI.

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato Inter, clamoroso | Il Liverpool beffa tutti!

LEGGI ANCHE>>> Inter, quanto vali per Suning e una ‘mezza certezza’ chiamata BC Partners

La Roma troverà dei punti di riferimento da controllare in Lukaku e Lautaro, l’Inter invece dovrà stare molto attenta perché oltre a Dzeko ci saranno Mkhitaryan, Pellegrini e Pedro pronti a inserirsi. L‘Inter deve migliorare in fase difensiva, la difesa a tre spesso lascia troppi spazi in area”.