Cessione Inter, no di Suning a BC Partners | Ecco perché

0
345

Inter: qualcosa sembra essere andato storto tra Suning e BC Partners per quanto riguarda la cessione del club nerazzurro. Tutti i dettagli

Inter
Jindong Zhang, patron dell’Inter (Getty Images)

Il giorno prima di Inter-Juventus, match d’andata valido per la semifinale di Coppa Italia, arrivano alcune informazioni sulla trattativa riguardante la cessione del club nerazzurro da parte di Suning. Il colosso cinese, secondo la ‘Gazzetta dello Sport’, avrebbe detto no a BC Partners. Il motivo, secondo la ‘Rosea’, sarebbe duplice: in primis, c’è notevole differenza per quanto riguarda il valore delle azioni, anche perché la ‘Beneamata’ non è quotata in borsa, e sulla valutazione complessiva del club. In secondo luogo, alla società cinese non sarebbe piaciuta per niente l’esposizione mediatica del fondo anglosassone per quel che concerne la trattativa. Per tutte le altre news CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato Inter, scambio last minute | Assalto ad Eriksen

LEGGI ANCHE>>> Coppa Italia, andata semifinali | Designato l’arbitro di Inter-Juve

Venerdì scorso era scaduta l’esclusiva del fondo inglese e già la scorsa settimana, comunque, l’offerta dei britannici non aveva convinto minimamente Zhang e soci. Porte nuovamente aperte, quindi, ai vari fondi svedesi (EQT) e americani (Arctos) interessati al club nerazzurro. Questo scenario è stato confermato anche dall’Ansa che scrive: “Non ci sono mai stati i presupposti per la prosecuzione della trattativa sulla ricerca di un investitore”.

Inter
Antonello, Zhang e Marotta (foto Inter)