Inter-Atalanta, Conte: “Tutti devoti alla causa”. Poi ‘esalta’ Lautaro e Kolarov

0
265

Le dichiarazioni di Antonio Conte al termine del match Inter-Atalanta valevole per la 26esima giornata di Serie A 

Antonio Conte a Sky Sport

L’Inter soffre, resiste difendendosi alla grande e poi con Skriniar trova il gol che mette ko una grande Atalanta ricacciando via Milan e Juventus. Settima vittoria consecutiva in campionato per la squadra di Conte, fin qui forse quella più significativa e importante in chiave scudetto: “Sono stati tre punti importanti – ha esordito a ‘Sky Sport’ il tecnico interista – Milan e Juve si erano riavvicinate, quindi dal punto di vista psicologico c’era grande pressione, una pressione che andrà ad aumentare. Giocavamo poi contro una squadra difficile, se non la prepari bene la partita rischi di prendere una imbarcata. Anche loro ci temevano, sono stati meno arrembanti del solito… Andiamo pure a tredici punti da loro, a mio giudizio l’Atalanta poteva ambire allo scudetto. Un solo tiro nello specchio? Sì, ma abbiamo avuto e sprecato occasioni clamorose, vedi quella con Lukaku“.

LEGGI ANCHE >>> Inter, ESCLUSIVO ag.Kossounou: “E’ un difensore completo”. Poi ‘apre’ alla Serie A

Inter-Atalanta, Conte: “Si è trovato un giusto equilibrio. Un plauso a Lautaro. E Kolarov…”

Calciomercato Inter
Antonio Conte (Getty Images)

Per tutte le altre news sui nerazzurri CLICCA QUI.

FASE DIFENSIVA SUPER – “Si è trovato un giusto equilibrio, oggi i giocatori riconoscono le diverse fasi della partita. Siamo stati bravi a trovare un mix giusto, penso che se vuoi ambire a vincere ci sia bisogno di costanza in entrambe le fasi. Oggi abbiamo giocato contro il secondo miglior attacco, concedendo solo due occasioni da calcio da fermo”.

LAUTARO – “Gli va fatto un grande plauso per il lavoro che ha fatto in fase difensiva. Ma tutti i ragazzi, devo dire, sono devoti alla causa perché sanno che per vincere c’è bisogno di sacrificio”.

LEGGI ANCHE >>> Interlive.it | Calciomercato, niente addio a zero: accordo in chiusura

SCUDETTO – “Se mi guardo in tasca trovo un pezzo di scudetto? Se mi guardo in tasca ora mi trovo 40 euro (ride, ndr)… Scherzi a parte, dobbiamo continuare non pensando a quello che è stato ma alla prossima partita contro il Torino, che sta lottando per salvarsi. Faccio un plauso anche ai giocatori che ora stanno trovando meno spazio, da Kolarov a Ranocchia fino a Vecino e Young, loro sono la nostra forza. Kolarov, per esempio, ci ha portato grande saggezza, ha sempre la parola giusta”.