Napoli-Inter, Conte: “Critiche? Che non tocchino il club. Vi racconto un aneddoto su Koulibaly”

0
248

Napoli-Inter: Antonio Conte parla in conferenza stampa prima del match tra partenopei e nerazzurri in programma domani. Tutti i dettagli

Napoli-Inter
Antonio Conte in conferenza

Domani sera alle ore 20.45, allo stadio ‘Diego Armando Maradona’, andrò in scena NapoliInter. Match fondamentale sia per i partenopei, in piena corsa Champions League, sia per i nerazzurri che vogliono chiudere velocemente il discorso scudetto. Per tutte le altre news CLICCA QUI. Le sue parole:

“Contro il Napoli sarà sicuramente una partita impegnativa. Sapete benissimo che ho messo sempre il Napoli tra le tre migliori squadre d’Italia. Ragionare da qui alla fine? Noi andremo a Napoli a giocarci la partita per ottenere una vittoria. Poi vedremo quale sarà il risultato finale. Ma non possiamo permetterci di fare calcoli, diventerebbe deleterio. Critiche? Ho capito che sono io il problema, a prescindere, l’importante è che non tocchino l’Inter. Rischi da non correre? Si sta dando per scontato che lo scudetto sia nostro. Per essere dove siamo abbiamo lavorato tanto, ma ci vuole umiltà e dobbiamo capire che mancano ancora degli step per raggiungere l’obiettivo”.

LEGGI ANCHE>>> Calciomercato Inter, Raiola lo porta via | I dettagli

“Il Napoli, come ho detto prima, ha una rosa importante. A inizio campionato per me era tra le candidate allo scudetto. Gattuso? E’ un bravissimo allenatore, anche io ho vissuto un periodo difficile. Ma tutti noi tecnici siamo soggetti, se non arrivano i risultati, a delle situazioni poco piacevoli. E’ un ruolo particolare, se arrivano i risultati sei il più bravo e spesso nemmeno se li ottieni. Cosa ha cambiato il mio periodo difficile? Semplicemente i risultati“.

Napoli-Inter, Conte: “Lukaku-Koulibaly gran duello. Recuperato Perisic, Vidal a parte”

“Lukaku-Koulibaly? Kalidou è tra i tre più forti al mondo per me. Quando ero al Chelsea, lo volevo con me a Londra. Anche Romelu è cresciuto tanto, sarà un bel duello. Ma per vincere bisognerà agire da squadra. Identità? Se lavori su quel sistema di gioco, per i giocatori è più semplice. Per quanto riguarda i principi, possono essere inseriti in qualsiasi sistema. Meno stravolgimenti aiutano però soprattutto i giocatori”.

LEGGI ANCHE>>> Serie A, Napoli-Inter | Le probabili formazioni

Perisic? E’ rientrato in gruppo giovedì, è a disposizione. Vidal sta lavorando ancora a parte insieme a Kolarov. Il match d’andata con il Napoli? E’ una squadra forte. Ma come lo sono loro, lo saremo anche noi. Grande rispetto, andremo a giocarcela. Noi in Coppa Italia siamo usciti nonostante dominammo proprio contro di loro. Alla fine però vinsero il trofeo, questo è ciò che conta“.