Calciomercato Inter, non solo Conte | Riduzione dei costi: decisione univoca

0
287

A fine stagione sarà tempo di tirare anche le somme dal punto di vista economico per l’Inter. Zhang chiederà uno sforzo anche alla dirigenza

Marotta e Steven Zhang (Getty Images)

Mentre sul campo l’Inter festeggia la vittoria di uno scudetto altamente meritato, al di fuori del terreno di gioco il presidente Steven Zhang pensa alla programmazione delle prossime mosse societarie. Si prospetta all’orizzonte un’estate molto complicata, con la riduzione dei costi come mantra da seguire fino in fondo per superare il momento difficile. Come sottolineato anche dal ‘Corriere della Sera’, lo stesso patron  quando è rientrato in sede ha tracciato le strategie future. La prossima settimana inoltre ci sarà all’orizzonte anche il famoso incontro con Antonio Conte, e le linee guida non dovrebbero cambiare, con l’austerity sul mercato che sarà necessario passaggio. Per tutte le altre news di calciomercato e non solo sui nerazzurri CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, paura Conte | Offerta irrinunciabile dalla Spagna 

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, uno in meno per l’attacco | Dirigenza ‘fregata’

Calciomercato Inter, da Conte ai dirigenti: pronti i tagli

Inter
Giuseppe Marotta (Getty Images)

Si cercherà infatti di chiudere all’attivo anche la campagna trasferimenti, sfoltendo inevitabilmente rosa e ingaggi pesanti, ma un’ipotesi concreta potrebbe essere anche quella di chiedere uno sforzo simile anche a dirigenti, staff e allenatori oltre che ai calciatori. Il tutto finalizzato ad una riduzione dei costi del lavoro con tanto di possibile ipotesi relativa ai contratti spalmati su più anni. La dirigenza nello specifico, insieme al tecnico Conte, dovrebbero prendere una decisione univoca.

LEGGI ANCHE >>> Inter, da Lukaku alla festa Scudetto | I 5 momenti decisivi della stagione

A tal proposito Marco Bellinazzo a ‘Sky Sport’ ha sottolineato: “Si lavorerà per una riduzione intorno al 20%, con tutta una serie di fattori che possono fare oscillare questa percentuale”. Una situazione che resta in divenire, e che riguarda inevitabilmente anche la dirigenza, ricordando che in scadenza 2022 non c’è solo Conte, ma anche Marotta, Ausilio e Baccin. Secondo il ‘Corriere della Sera’, allenatore, staff e dirigenti hanno fatto una sorta di patto: se si andrà avanti, si andrà avanti tutti insieme; se si decide di dire basta, si dirà basta tutti. Tutti… Via dall’Inter.