Interlive.it | Addio Conte: dal post Lautaro a Sanchez: i retroscena

0
349

Dall’addio di Lautaro alle questioni relative a Sanchez fino a Vlahovic: tutti i retroscena dell’addio di Conte all’Inter 

Antonio Conte (Getty Images)

L’Inter ha ormai voltato definitivamente pagina dopo l’addio di Antonio Conte, che dopo appena due stagioni ha chiusa la sua avventura a San Siro lasciando spazio a Simone Inzaghi. Un cambio della guardia non senza retroscena e curiosità, relative soprattutto a scelte e richieste dello stesso tecnico salentino che ora va a caccia di una nuova sistemazione in una big europea. Oltre alla mancanza ormai di fiducia in Suning, l’ormai ex allenatore nerazzurro ha deciso per l’addio anche per il ridimensionamento obbligatorio della squadra e dunque dello stesso progetto tecnico, che lo ha visto protagonista assoluto delle ultime due annate. Per tutte le altre news sui nerazzurri e non solo CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, Lukaku allo scoperto | Annuncio sul suo futuro

LEGGI ANCHE >>> ESCLUSIVO | Obiettivo a costo zero in Premier: ecco gli ostacoli

Calciomercato Inter, da Vlahovic a Lautaro: i retroscena relativi alla partenza di Conte

Antonio Conte (Getty Images)

Conte avrebbe anche potuto accettare la cessione di un big come Lautaro Martinez, ma avrebbe poi voluto al suo posto un sostituto di egual valore e prospettiva. Nello specifico, secondo quanto appreso da Interlive.it, il nome principe per rimpiazzare l’argentino sarebbe stato quello di Dusan Vlahovic, attaccante serbo quindi molto stimato dall’allenatore italiano.

LEGGI ANCHE >>> ESCLUSIVO Bonolis: “Siamo come la tela di Penelope. Sul futuro ho una certezza”

Si tratta però di un nome impossibile per l’Inter attuale, in periodo di ridimensionamento dei costi, e praticamente senza budget. Difficile infatti soddisfare le richieste da circa 60 milioni della Fiorentina. Disaccordi tra Conte e il club ci sarebbero poi stati anche relativamente ad alcune cessioni. L’Inter vorrebbe infatti liberarsi di calciatori non indispensabili e dagli ingaggi pesanti. Stando alle nostre informazioni, più che su Vidal, Conte non sarebbe stato d’accordo con l’addio di Sanchez. Il cileno è pur sempre un co-titolare che ha dato il suo contributo alla causa. Al suo posto sarebbe quindi dovuto arrivare un calciatore di valore simile per non lasciare un vuoto.