ESCLUSIVO | Perisic, 18 milioni per l’addio all’Inter

0
25870

Le ultime su Ivan Perisic, che l’Inter vuole cedere in questa sessione di calciomercato per liberarsi del suo ricco stipendio

Ivan Perisic in azione (Getty Images)

Nonostante le belle parole, ma molto di circostanza quelle rilasciate ieri da Inzaghi, Ivan Perisic resta un giocatore con la valigia in mano. L’Inter vuole privarsene soprattutto per liberarsi del ricco ingaggio che al lordo raggiunge i 9 milioni di euro, in secondo luogo perché è in scadenza a giugno 2022 e dunque questo calciomercato estivo rappresenta l’ultima occasione per poter ricavare qualcosa dalla vendita del suo cartellino. Ostacolo al divorzio, però, sono proprio fattori economici che spingono i nerazzurri alla cessione.

Stando alle informazioni raccolte da Interlive.it, il classe ’89 lascerebbe Milano solo di fronte a una proposta contrattuale molto importante: parliamo di un contratto di almeno tre anni, meglio ancora se di quattro oppure con opzione per un quarto, da ben 6 milioni di euro netti a stagione. Un totale insomma di 18 milioni che ovviamente frena i potenziali acquirenti, specie quelli tedeschi. Si parla di un interesse del Wolfsburg, dal quale è arrivato nell’estate 2015, ma il club teutonico ha un tetto massimo degli stipendi fissato a circa 3,5 milioni netti… Non sono tanto diversi i limiti agli ingaggi delle altre società della Bundesliga, Bayern a parte dove ha fatto Triplete e tornerebbe a piedi.

LEGGI ANCHE >>> INTERLIVE | Gravillon, offerta ufficiale del Reims. Ma occhio a Turchia e Germania

Calciomercato Inter, dall’addio (anche a zero) al rinnovo: le ultime su Perisic

Calciomercato Inter
Ivan Perisic (Getty Images)

Per tutte le altre news di calciomercato e non solo CLICCA QUI

Le richieste del nativo di Spalato potrebbero essere ‘assecondate’ da club inglesi, Psg, e squadre esotiche, anche se pure per loro sarebbe troppo un triennale per uno che va verso i 33 anni. Proprio per quanto spiegato ad oggi non si può escludere nulla sul futuro di Perisic (ora ‘gestito’ da un amico), compresa la permanenza fino a scadenza visto che da svincolato avrebbe maggiori possibilità di strappare un accordo economico molto vantaggioso. Nel caso non partisse, tuttavia, l’Inter potrebbe tentare un rinnovo con ‘spalmatura’ dell’ingaggio, evitando così di perderlo a costo zero.