Mbappe al Real, il Psg bussa di nuovo in casa Inter | I dettagli

0
1930

Kylian Mbappe potrebbe lasciare Parigi nelle prossime ore, così con l’immensa fortuna a disposizione il PSG tenterebbe un nuovo colpo in casa Inter

calciomercato inter verratti
Mbappé abbraccia il compagno di squadra Verratti (Getty Images)

Il fuoriclasse francese Kylian Mbappe è uno dei predestinati a cambiare maglia negli ultimi giorni di calciomercato. Il Real Madrid ha ufficialmente rilanciato la sua offerta a 180 milioni ed ora il PSG può iniziare a riflettere seriamente su di una sua uscita di scena. Non si è ancora raggiunto un accordo per riluttanza da parte della dirigenza parigina, ma le parti potrebbero presto avvicinarvisi nel momento in cui Florentino Perez dovesse alzare un’ultima volta la posta in gioco verso l’impensabile soglia dei 200 milioni di euro. Accantonato l’affare Mbappe, il PSG si troverebbe in mano un tesoretto non indifferente, col quale avrebbe modo di affondare gli ultimi colpi prima della chiusura ufficiale del mercato. Fra questi c’è uno dei capisaldi della difesa interista: Stefan de Vrij piace e non poco. I buoni rapporti professionali che intercorrono fra Raiola e Leonardo potrebbero favorire il dialogo, sebbene l’Inter, che ai parigini ha già venduto Hakimi un paio di mesi fa, non sia disposta a cedere il calciatore per meno di 40 milioni. Il tempo è tiranno, l’operazione – che farebbe infuriare i tifosi e lo stesso Simone Inzaghi – molto complicata.

LEGGI ANCHE >>> Dopo Correa, occhi puntati sul vice Dzeko | Perché Keita è (quasi) impossibile

Calciomercato, senza de Vrij si apre una voragine

Calciomercato Inter
Stefan de Vrij (Getty Images)

Per tutte le altre news di calciomercato e non solo sull’Inter CLICCA QUI

Il reparto difensivo di Simone Inzaghi potrebbe essere messo in difficoltà dall’operazione in uscita di de Vrij, che lascerebbe un vuoto impossibile da colmare con un altro difensore del suo calibro in così poco tempo rimanente. Ci sarebbe dunque bisogno di ridimensionarsi, pensare a nuove strategie con cui affrontare le gare – soprattutto quelle che contano – ed aspettarsi, nel complesso, un rendimento meno efficiente rispetto a quello ottenuto nella passata stagione. Ranocchia, Kolarov, Dimarco sarebbero i naturali sostituti, ma non le prime scelte.