Il peggio è passato | Bilancio di fine mercato super positivo: i dettagli

0
847

L’intera società guidata da Suning può tirare un sospiro di sollievo grazie al minuzioso lavoro svolto per tamponare la crisi

Calciomercato Inter
Steven Zhang e la dirigenza al ‘Meazza’ (Getty Images)

Maggio 2021, fine del campionato con la vittoria dello scudetto per l’Inter. Un momento storico, poiché una tale emozione mancava da undici lunghi anni di predominio bianconero. Nel contempo, però, il presidente Zhang comunica all’intera dirigenza che la società è in difficoltà economiche ed il suo piano di rientro consisteva in un taglio netto da 100 milioni di euro. Se non addirittura più alto, verso i 120 milioni. Ad oggi, l’impegno profuso da Suning e dallo staff societario per risollevare le sorti è stato encomiabile: sottraendo i circa 65 milioni di euro di spese affrontate ai 185 milioni incassati – la maggior parte grazie all’operazione in uscita di Lukaku – l’Inter si ritrova con un ricavo di 120 milioni, tanto quanto era l’obiettivo iniziale. In aggiunta, si potrebbe considerare anche la riduzione del monte ingaggi pari a 25 milioni. Nel complesso può definirsi una missione terminata nel migliore dei modi.

LEGGI ANCHE >>> Marotta all’attacco: “Un grave danno per l’Inter”

Zhang recupera l’Inter, ma conti ancora in rosso per il colosso Suning

Inter
Marotta e Steven Zhang (Getty Images)

Per tutte le altre news di calciomercato e non solo sull’Inter CLICCA QUI

Sebbene l’operazione di recupero dell’Inter abbia avuto esito positivo, lo stesso non si può dire della ‘suning.com‘. La società, prima controllata da Zhang e dalla Suning Holdings attualmente a capo del club nerazzurro, ha reso noto il rapporto semestrale del 2021 al cui interno è segnata a matita rossa una perdita da quasi 453 milioni di euro. Non termina dunque il periodo buio del colosso cinese.