Onana, spezzato il legame col club | Preaccordo con l’Inter, ma…

0
920

L’Inter tiene saldo nel mirino Onana come suo obiettivo principale per la difesa dei pali, forte della rottura fra il calciatore ed il suo club attuale

calciomercato inter
Inter, nel mirino Onana dell’Ajax (Getty Images)

Andre Onana farà rientro sui campi da gioco fra meno di due mesi, quando la squalifica per doping emanata dall’UEFA un anno prima sarà definitivamente scontata. L’Ajax, club che detiene le prestazioni sportive del portiere classe ’96, non ha però grandi chance di trattenerlo a sé ancora per molto: come riporta il ‘Corriere dello Sport’, il direttore sportivo Overmars ha difatti dichiarato che il calciatore ha rifiutato di intraprendere una trattativa per il rinnovo del contratto in scadenza a giugno 2022 e si è rivelato contrario alla cessione per la prossima estate. Come logica interpretazione dei fatti, Onana vorrebbe cambiare aria il prima possibile sin già dalla più vicina sessione invernale di calciomercato. Su di lui c’è l’Inter, che ha iniziato ad osservarlo diversi mesi fa ed ancor oggi lo reputa il miglior sostituto di Handanovic. Le intenzioni del club nerazzurro sono ben chiare: stringere un pre-accordo a gennaio sarebbe la mossa migliore per prelevare il calciatore gratuitamente al termine della stagione, senza spendere denaro extra soltanto per il gusto di averlo prima. In quest’ottica attenzione alla Juventus, una fra i tanti club europei che al pari dell’Inter hanno fiutato il profumo di un grande colpo e che potrebbe inserirsi come disturbatrice.

LEGGI ANCHE >>> Il ‘nuovo Luca Toni’ osservato speciale | Piace all’Inter ma deve mettersi in coda

Calciomercato, Onana un affare ma l’Inter non deve cullarsi

Onana obiettivo Inter (Getty Images)

Sebbene in quel di Milano ci sia grande fiducia che l’affare Onana possa concludersi nel migliore dei modi e senza grandi intoppi attraverso una serie di contatti lineare, è invece abbastanza probabile che, come accaduto con la Juventus, possa aumentare il numero delle pretendenti man mano che il tempo passa e ci si avvicina a gennaio. Visto il pericolo l’Inter non deve adagiarsi sugli allori di un’intesa di massima, quantomeno finché non ci sarà qualcosa di concreto appuntato a penna.