Zhang a caccia di liquidità ma la buona notizia arriva da Evergrande

0
80

Nel frattempo Evergrande evita il default pagando la cedola da 150 milioni e risale in borsa. Sospiro di sollievo anche per la famiglia Zhang?

Beppe Marotta ©LaPresse

Beppe Marotta, forse, potrà dormire sonni tranquilli nei prossimi mesi. La famiglia Zhang è a caccia di ulteriore liquidità per garantire all’Inter una certa tranquillità nei prossimi mesi. Come riporta la Gazzetta dello Sport oggi, la proprietà nerazzurra dopo aver sondato il terreno con Goldman Sachs, sta portando avanti un’operazione finanziaria con la holding Rothschild & co, per ottenere l’emissione di un bond da 400 milioni di euro con scadenza quinquennale.

LEGGI ANCHE>>> Supercoppa Italiana Inter-Juve, UFFICIALE: a San Siro il 12 gennaio

Mancano da limare i dettagli, ma a quanto sembra l’operazione si farà. Questo nuovo bond servirà a rifinanziare i due bond da 375 milioni complessivi, con scadenza a dicembre 2022. Con la conclusione di questa operazione, dunque, Zhang garantirà l’assenza di problemi di liquidità.

Zhang può sorridere: Evergrande non va in default

Marotta e Zhang ©LaPresse

Le notizie provenienti dalla Cina, fanno respirare la famiglia Zhang. Dopo la crisi finanziaria che aveva coinvolto il colosso immobiliare cinese ha saldato oggi la cedola da 150 milioni di dollari che evita il default. La manovra, consente anche una risalita in borsa facendo registrare un balzo del 6,75% dopo un picco del 10%, come riporta Calcio e Finanza.

Su questa situazione, ovviamente, c’era l’interesse dei proprietari dell’Inter che attraverso la Suning Holding Group controlla il club campione d’Italia. Nel 2017 Zhang, attraverso la società Suning Appliance, aveva anticipato ad Evergrande capitali per 20 miliardi di yuan (circa 2,6 miliardi di euro) sottoscrivendo azioni di classe A con Evergrande Real Estate.