Calciomercato Inter, colpo di scena | Firma a zero col Milan

0
739

Lorenzo Insigne è ancora in scadenza di contratto a giugno 2022. Il Napoli e i tifosi sperano nella permanenza ma le voci sull’addio non mancano 

Il Napoli veleggia in testa alla classifica insieme al Milan, trascinato anche dalle giocate di Lorenzo Insigne. Il numero 10 della nazionale, al netto di qualche problemino dal dischetto, sta comunque mettendo in scena un’altra stagione da leader offensivo e i tifosi iniziano ad essere preoccupati per il contratto in scadenza 2022. Nei giorni scorsi si è espresso sulla cosa anche Aurelio De Laurentiis lasciando ben intendere il destino è nelle mani del calciatore.

Insigne ©LaPresse

Al momento non risultano novità sul prolungamento di Insigne che potrebbe avvenire solo con uno sforzo del capitano verso la società, riducendosi l’attuale stipendio fissato a circa 4,5 milioni di euro. Al contrario il classe 1991 vorrebbe incrementare l’ingaggio.

LEGGI ANCHE >>> Inzaghi si gioca tanto (o tutto) in due gare: calendario di fuoco alla ripresa

Calciomercato Inter, la sfida per Insigne: l’insidia si chiama Milan

Lorenzo Insigne ©LaPresse

Per tutte le altre news di calciomercato e non solo sull’Inter CLICCA QUI

Alla luce delle difficoltà sul rinnovo sono diverse le voci relative ad altre big su Insigne. Da quelle sull’Inter che permangono alla Roma di Mourinho, passando per la suggestiva MLS fino al Milan di Maldini. Secondo quanto sottolineato da ‘Calciomercatoweb.it’, grande attenzione va data proprio ai rossoneri che con il possibile addio di Ibrahimovic avrebbero bisogno di un leader tecnico in attacco.

LEGGI ANCHE >>> La Juventus prova ad anticipare l’Inter: blitz in Germania

LEGGI ANCHE >>> E’ dal 2 ottobre, in casa del Sassuolo: ormai è un ‘caso’

Con il via libera la dirigenza milanista potrebbe offrire a Insigne un contratto biennale da 5,5 milioni di euro netti con opzione per una terza stagione, battendo così sia il Napoli che l’Inter che osserva da lontano. Si tratterebbe di un contratto troppo alto per le attuali finanze nerazzurre.