Inzaghi e Mertens non bastano a Spalletti: l’Inter vince e va a -4

0
492

Cronaca, tabellino, top e flop del big match Inter-Napoli valevole per la tredicesima giornata del campionato di Serie A

L’Inter vince il primo scontro diretto della stagione. Al ‘Meazza’ i nerazzurri battono la capolista Napoli dell’ex Spalletti e accorciano a 4 punti il distacco dalla vetta della classifica.

Le Pagelle di Inter-Napoli
Pagelle e tabellino di Inter-Napoli ©LaPresse

Pressing altissimo e squadra corta, nei primi venti minuti gli azzurri si fanno preferire trovando, dopo una palla rubata a metà campo, la rete del vantaggio grazie alla bella conclusione di Zielinski. L’Inter risponde col gioco e col carattere, prima della mezz’ora Calhanoglu dal dischetto firma l’1-1. Il rigore è netto, fallo di mano di Koulibaly che Valeri vede però solo al Var. Il vantaggio arriva allo scadere del primo tempo con Perisic: un colpo di testa da posizione angolatissima su corner al bacio del turco.

Nel secondo tempo l’Inter sembra sigillare il match col tris di Lautaro Martinez: l’argentino si blocca dopo un mese di astinenza al culmine di una grande ripartenza di Correa. La partita resta tuttavia viva più che mai grazie a Inzaghi, il quale fa dei cambi affrettati e alla rete di Mertens. Quello del belga è un destro imparabile per Handanovic, poi decisivo allo scadere per blindare tre punti pesantissimi, i primi contro una diretta concorrente. Ora lo Shakhtar per chiudere la qualificazione agli ottavi di Champions.

LEGGI ANCHE >>> INTERLIVE | Da Handanovic a Onana: la doppia offerta dell’Inter

PAGELLE INTER-NAPOLI

TOP

Calhanoglu – Fa diventare importante ogni pallone che tocca. Sblocca su rigore e pennella da corner per la testa di Perisic, in più lavoro prezioso nella fase di interdizione. Un’altra grande prestazione dopo quella nel derby.

Perisic – Sta trovando una continuità mai mostrata in tutta la sua carriera. Un treno su quella fascia, tanta qualità a tanta corsa e un gol, quello del due a uno, difficilissimo. Per un quarto d’ora anche da seconda punta.

Skriniar – Dà un enorme supporto a Ranocchia nella ‘gestione’ di Osimhen. Contro di lui il nigeriano non passa mai, anzi dopo uno scontro con lo slovacco il bomber del Napoli è pure costretto al cambio. Slovacco decisivo nel finale anche su Mertens.

Handanovic – Al 90′, anche con un po’ di fortuna, evita il pari del Napoli deviando come poteva il colpo di testa ravvicinato e forte di Mario Rui.

FLOP

Inzaghi – I cambi sul tre a uno non ci sono piaciuti. Hanno fatto confusione, abbassato e tolto certezze alla squadra, in grossa sofferenza nel finale dopo la rete di Mertens. Inzaghi era troppo convinto di averla già vinta e alla fine (vedi la traversa al 90′ di Mario Rui dopo la deviazione di Handanovic e l’erroraccio di Mertens) ha rischiato di pareggiarla.

TABELLINO

INTER-NAPOLI 3-2
17′ Zielinski, 25′ rig.Calhanoglu, 44′ Perisic, 60′ Lautaro, 78′ Mertens

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Bastoni; Darmian, Barella (74′ Dimarco), Brozovic, Calhanoglu (61′ Vidal), Perisic (88′ Satriano); Lautaro (74′ Gagliardini), Correa (61′ Dzeko). All.: Inzaghi.

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Fabian Ruiz, Zielinski; Lozano (74′ Elmas), Osimhen (54′ Petagna), Insigne (74′ Mertens). All.: Spalletti.

ARBITRO: Valeri (sez.Roma 2)
VAR: Aureliano
AMMONITI: Osimhen, Inzaghi, Koulibaly, Rrahmani, Calhanoglu, Vidal, Handanovic, Dzeko
NOTE: 1′ recupero pt, 8′ st