Darmian: “Quando come me non hai un talento, devi avere ambizione e determinazione”

0
28

Inter, l’esterno Matteo Darmian ha parlato del suo presente in nerazzurro ma ha ricordato anche le sue altre esperienze calcistiche

Inter
Darmian © Getty Images

Il quotidiano ‘La Stampa’ ha voluto intervistare l’esterno dell’Inter Matteo Darmian. Il calciatore è tornato a disposizione di Simone Inzaghi e quindi si giocherà una maglia da titolare con l’olandese Denzel Dumfries in vista della partita di giovedì alle 12.30 valida per la 20esima giornata del campionato di serie A contro il Bologna allo stadio Dall’Ara. Queste le sue prime parole: “Normale ci sia competizione in una squadra come la nostra, ma noi dobbiamo mettere in difficoltà il mister. Durante le partite proviamo quello che traspare fuori, ovvero ci divertiamo e stiamo bene insieme. Siamo un gruppo che ha creato qualcosa di importante sotto vari punti di vista: mentalità, voglia di vincere e capacità di soffrire nei momenti delicati”.

LEGGI ANCHE >>> E’ fatta per la cessione: annuncio UFFICIALE del presidente

LEGGI ANCHE >>> Pinamonti, scacco matto su… Scamacca e Raspadori

Il giocatore è anche tornato a parlare del suo passato e ha detto: “Devo tanto al Milan che mi ha fatto crescere. Sono entrato ragazzino e sono uscito uomo. Quando come me non hai un talento sopra le righe, devi avere ambizione e determinazione“. Dalla stagione 2011 al 2015 ha giocato nel Torino e gli hanno domandato un’opinione su quell’esperienza e ha spiegato: “Mi fa molto piacere che i tifosi non abbiano dimenticato i miei gol importanti”. L’ultima domanda ha riguardato la Nazionale e lui ha ricordato un importante episodio purtroppo negativo e ha dichiarato: “Ancora mi va di traverso il palo del 2017 contro la Svezia“.