Bologna-Inter, Inzaghi: “Nessuna pressione”. Poi assicura: “Arriverà la firma”

0
267

Le dichiarazioni di Simone Inzaghi nella conferenza di vigilia della sfida Bologna-Inter valevole per la prima giornata del girone di ritorno di Serie A

Riparte la Serie A con la prima giornata del girone di ritorno. Domani l’Inter farà tappa in casa del Bologna di Mihajlovic, decimato dal Covid, con l’obiettivo di mantenere il distacco sul Milan se non addirittura allungarlo visto che i rossoneri dovranno vedersela con la Roma di Mourinho.

LEGGI ANCHE >>> INTERLIVE | Ginter dopo Onana: doppia insidia per l’Inter

Bologna-Inter, le parole di Inzaghi in conferenza
Simone Inzaghi in conferenza

Simone Inzaghi ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della sfida in programma al ‘Dall’Ara’. Ecco le sue parole raccolte da Interlive.it.it.

BOLOGNA – “Affrontiamo una squadra che nell’ultima partita dell’anno ha vinto meritatamente 3-0 in casa del Sassuolo, contro una squadra difficile. Conosco molto bene l’allenatore, sa dare grandissima organizzazione alle sue squadre. Dovremmo fare una gara molto importante, il Bologna è insidioso e ha giocatori di qualità”.

COVID – “Quanto sono preoccupato dalla gestione delle risorse? Penso ci sia un clima di incertezza che non faccia bene al calcio. E’ difficile preparare le partite, noi abbiamo tre positivi e loro otto, poi ci sono le autorità predisposte a decidere come ci è stato detto per la Supercoppa”.

SOSTITUTO CALHANOGLU – “Un’idea in testa ce l’ho, però me la porto con me fino all’ultimo. Ho la fortuna di avere altri giocatori a disposizione, la formazione non la sanno nemmeno i ragazzi. Domattina deciderò”.

RISCHIO EUFORIA ECCESSIVA E INTER FAVORITA – “Penso che questo entusiasmo debba essere uno stimolo in più. Ci fa piacere stare in testa alla classifica, ora però tutti gli avversari ci affronteranno nel migliore dei modi per cercare di crearci delle problematiche. Il mio augurio è di ritrovare la stessa squadra lasciata alla vigilia di Natale. Se mi sento favorito? Due mesi fa qualcuno non lo diceva più, ma questa cosa non mi mette alcuna pressione. Abbiamo avuto qualche problema iniziale che ci ha fatto perdere dei punti, ma a livello di prestazioni ci siamo sempre stati. Siamo a metà dell’opera, dobbiamo farci trovare sempre pronti, a cominciare da domani. Poi vedremo a fine stagione chi sarà stato più bravo”.

LUKAKU – “Non mi va di parlarne perché è una cosa che non conosco e che non è di mia competenza. Posso solo dire che Lukaku è un grandissimo giocatore, qui all’Inter ha fatto due anni straordinari. Con me ha lavorato due settimane nel migliore dei modi, sono sicuro che farà grandi cose al Chelsea perché è un giocatore che sposta gli equilibri, un top player”.

MERCATO – “Aspettiamo per la Supercoppa l’arrivo del nostro presidente. Ho la fortuna di avere una dirigenza che lavora tutta in un’unica direzione, ma ora siamo concentrati solo sulle prossime partite”.

ALLENATORE DEL MESE DI DICEMBRE – “Questi riconoscimenti personali fanno piacere, ma gli obiettivi migliori restano quelli collettivi. Voglio alzare qualche trofeo come mi è accaduto in passato, lavoriamo per questo”.

RINNOVO BROZOVIC – “L’ho già ribadito più di una volta, secondo me è molto contento di stare qui. Penso che rinnoverà questo contratto, poi dovete chiedere a Marotta e Ausilio che seguono queste cose”.

 

SEGUIRANNO AGGIORNAMENTI