Lazio in vantaggio sull’Inter ma ‘San Siro’ è l’incubo delle ‘Aquile’

0
71

Solo due successi per l’Inter nelle ultime sei partite contro la Lazio, gli uomini di Inzaghi pronti a ribaltare la situazione sfruttando il fattore campo

I numeri parlano chiaro: nelle ultime sei partite di campionato l’Inter è stata piegata tre volte dalla Lazio (di cui una sotto la gestione del neo tecnico Sarri per 3-1, lo scorso 16 ottobre), ne ha pareggiata una e ha vinte due. Per una sola volta, inoltre, è riuscita a mantenere la porta inviolata a dimostrazione di una grande forza offensiva biancazzurra.

Sarri ©LaPresse

I nerazzurri, tuttavia, sembrano aver invertito bene la rotta dopo lo scivolone fuori casa soprattutto nella seconda metà della prima parte di stagione, avendo di fatto collezionato una striscia di sei vittorie consecutive senza mai subire gol. A dare man forte c’è la statistica che riguarda la seconda miglior serie casalinga di risultati utili consecutivi (26) in Serie A dall’inizio degli anni ’90. La Lazio, al contrario, pare cambiare volto non appena varca i cancelli del mastodontico stadio ‘San Siro‘ di Milano quasi come se il luogo fosse intriso di una strana magia: sei partite perse contro Inter e Milan fuori casa nelle ultime otto giocate.

LEGGI ANCHE >>> Inter-Lazio, le probabili formazioni di Inzaghi e Sarri

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Inter, assalto a Calhanoglu: prezzo fissato e trovato l’erede

Lazio: Immobile ad un passo dal record, Sarri imbattuto

Ciro Immobile ©LaPresse

La spina nel fianco di tutte le difese, compresa quella dell’Inter che si staglia tra le migliori d’Italia, resta pur sempre il bomber laziale Ciro Immobile. L’attaccante campano, attualmente a quota 14 in campionato, è ad un solo passo dall’ennesimo record personale per diventare uno dei calciatori (gli altri per ora sono Salah e Lewandowski) ad aver segnato almeno 15 reti in ciascuna delle ultime sei stagioni in uno dei cinque grandi campionati europei. Il suo tecnico, Maurizio Sarri, detiene invece un personalissimo record d’imbattibilità proprio contro l’Inter: cinque successi e due pareggi. Nessun altro allenatore ha saputo fare meglio.