Sanchez al 120′ regala la Supercoppa all’Inter: primo trofeo in nerazzurro per Inzaghi

0
121

L’Inter batte la Juventus allo scadere dei tempi supplementari aggiudicandosi la Supercoppa italiana. Decisivo il gran gol di Alexis Sanchez

La Supercoppa italiana se l’aggiudica l’Inter allo scadere dei tempi supplementari, di una partita estenuante che i nerazzurri hanno giocato quasi sempre nella metà campo di una buona Juventus nonostante le tante assenze.

Sanchez ©LaPresse

I nerazzurri vanno sotto prima della mezz’ora con il gol di McKennie, ma a dieci dalla fine del primo tempo trovano il pari con un calcio di rigore conquistatosi da Dzeko, atterrato da De Sciglio e poi trasformato da Lautaro Martinez. A proposito di rigori, prima del vantaggio bianconero l’Inter ne chiede uno a gran voce dopo il contatto Chiellini-Barella.

Nel secondo si gioca a una porta, però l’Inter non riesce a infrangere il muro bianconero. Almeno fino al 120′, al termine dei tempi supplementari (quindi a un passo dai rigori) quando Alex Sandro fa una cappellata che sfrutta Sanchez con qualità e freddezza. Perin è battuto e l’Inter fa sua la Supercoppa dopo dodici anni, il primo titolo della stagione e di Inzaghi sulla panchina interista.

LEGGI ANCHE >>> Perché Brozovic rinnova il contratto con l’Inter

Pagelle e tabellino Inter-Juventus

TOP

Sanchez – Entra con la voglia di lasciare il segno e ci riesce all’ultimo secondo.

Perisic – Un ragazzino, corre avanti e indietro senza sosta. Da campione la giocata per Dzeko nell’azione del rigore.

Dumfries – Autentica spina nel fianco. Un po’ goffo ma sempre incisivo quando parte all’attacco, specie senza palla.

Vidal – Suona la carica nel vero senso della parola. Non sbaglia nulla, con personalità ed esperienza mantiene un centrocampo con ormai pochissime energie.

FLOP

De Vrij – In bambola, si perde McKennie nell’azione del gol e in generale interviene spesso in ritardo. Male l’inizio del 2022 dell’olandese.

Calhanoglu – Dà poco supporto a Brozovic in fase di costruzione, mai pericoloso nelle conclusioni. Gli manca il guizzo.

INTER-JUVENTUS 2-1
24′ McKennie, 34′ rig.Lautaro, 120′ Sanchez

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Dumfries (88′ Darmian), Barella (88′ Vidal), Brozovic, Calhanoglu, Perisic (100′ Dimarco); Dzeko (74′ Correa), Lautaro (74′ Sanchez). All.: Simone Inzaghi.

JUVENTUS (4-4-2): Perin; De Sciglio, Rugani, Chiellini, Alex Sandro; McKennie, Locatelli (91′ Bentancur), Rabiot, Bernardeschi (79′ Arthur); Kulusevski (73′ Dybala), Morata (87′ Kean). All.: Allegri

ARBITRO: Doveri di Roma 1
VAR: Mazzoleni
AMMONITI: Bernardeschi, Dzeko, Bentancur, Correa, Rugani, Vidal
NOTE: 1′ recupero pt; 4′ st