Inter, il netto calo di de Vrij preoccupa e non poco tutto l’ambiente nerazzurro

0
104

De Vrij in netto peggioramento. Il suo rendimento mette in ansia tutta la dirigenza e non solo

Apparso non proprio al meglio nelle ultime uscite, l’emblematico periodo no di Stefan de Vrij preoccupa e non di poco tutto l’ambiente in casa Inter. Il difensore olandese non sta più convincendo come una volta a suon di prestazioni e questa cosa potrebbe spingere la dirigenza ad intervenire ulteriormente sul mercato.

Inter, il netto calo di de Vrij preoccupa e non poco tutto l'ambiente nerazzurro
Stefan de Vrij ©LaPresse

Reduce da un infortunio messo ormai alle spalle negli ultimi mesi, l’attuale rendimento di Stefan de Vrij con la maglia nerazzurra mette in trepidazione tutto il clima che si respira in casa Inter. Il difensore olandese non sta più convincendo come accaduto in passato e la cosa preoccupante non è il fatto che il classe 1992 abbia soltanto un gol in stagione (siglato in Champions League proprio contro lo Sheriff Tiraspol) piuttosto le determinate circostanze che si sono venute a creare durante tutto l’arco di questa stagione. Come se tutto questo non bastasse, a causare il rigore che ha portato ieri in momentaneo vantaggio il Napoli è stato proprio lui, intervenuto in netto ritardo su Osimhen. Considerato che la dirigenza interista stia monitorando diverse piste al momento (come per esempio quella di Bremer in primis) chissà che ora l’olandese non possa dire definitivamente addio a fine stagione.

Inter, i numeri deludenti di Stefan de Vrij sin qui in questa stagione

Inter, i numeri deludenti di Stefan de Vrij sin qui in questa stagione
Stefan de Vrij ©LaPresse

Considerato da tempo al centro del progetto dell’Inter, arrivati a questo punto, Stefan de Vrij sembra non essere considerato più un giocatore incedibile ormai. Le sue prestazioni hanno deluso e non poco sin qui tutto l’ambito interista e questo è un aspetto che non va affatto sottovalutato. 22 apparizioni in stagione, due ammonizioni e soltanto 1 gol siglato sin qui in stagione, con una media voto che non raggiunge neanche la sufficienza ed è proprio questo il dato preoccupante. Con ogni probabilità, quest’estate la dirigenza nerazzurra sarà quasi obbligata a dover cedere almeno un big e chissà che il primo a poter salutare non possa essere proprio lui. Nel frattempo, Simone Inzaghi attende rinforzi per giugno.