Genoa a rischio retrocessione, con Blessin in atto la rivoluzione

0
84

Il Genoa ha macinato risultati disastrosi nella prima metà di campionato, dall’arrivo di Blessin c’è un segnale di ripresa

È tempo di tirare le somme sul percorso sinora compiuto dal Genoa che domani, ore 21:00 nella sempre unica cornice dello stadio ‘Ferraris’, affronterà l’Inter di Simone Inzaghi con l’unico obiettivo di strappare il quinto risultato utile consecutivo dopo una sfilza di pareggi. L’ombra della retrocessione pressa molto forte.

Diretta Genoa Inter Live Serie A
Calhanoglu e Sturaro ©LaPresse

Un obiettivo, questo, alla portata del tecnico rossoblu Blessin che ha preso le redini della panchina soltanto dal 19 gennaio e l’ha rivoluzionata. Quanto macinato in precedenza sarebbe soltanto da dimenticare. Il Genoa infatti naviga ansioso nella penultima posizione della classifica di Serie A, alle spalle di Venezia e Cagliari ma davanti alla Salernitana (che però deve recuperare due sfide). Soltanto 16 i punti accumulati in 26 partite, con 22 reti segnate all’attivo e ben 47 subite. Una partita sulla carta senza storia, ma come lo stesso tecnico ha affermato nel corso della conferenza stampa della vigilia chiede ai suoi una buona dose di coraggio per limitare il gioco ipnotico di un’Inter sottotono nelle ultime uscite ma decisamente pericolosa in qualunque momento.

Con Blessin è cambio modulo, Genoa col 4-2-3-1

Blessin ©LaPresse

L’innesto del tecnico tedesco Blessin sulla panchina del Genoa ha di fatto iniettato un’enorme dose di speranza tra i calciatori che fino ad allora parevano aver peccato di scarsa concentrazione e demotivazione sulla scia di un grosso numero di risultati negativi. Le tattiche di gioco sono state completamente rivisitate sulla base dei profili in rosa, passando da un 3-5-2 improduttivo ad un 4-2-3-1 ben più equilibrato. Non eccelle in termini di qualità individuali, concedendo spesso più di qualche occasione ghiotta e facendosi compattare eccessivamente da squadre che amano prendere in mano il pallino del gioco (come l’Inter o la Roma, con cui ha tuttavia pareggiato 0-0). Il numero di occasioni da rete in favore, inoltre, è sensibilmente aumentato. In Mattia Destro l’uomo tendenzialmente più pericoloso, con un occhio di riguardo al giovane terzino Cambiaso da tempo inserito nella lista degli obiettivi nerazzurra.