Inzaghi: “Squadra forte il Plzen. Onana o Handanovic? Lo dirò domani”

0
23

Inzaghi esce allo scoperto e dice la sua sul match col Viktoria Plzen. Tutte le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico nerazzurro

Dopo essere stata inserita nel girone ‘della morte’ assieme a Barcellona e Bayern Monaco, l’Inter di Simone Inzaghi, farà visita nella giornata di domani al Viktoria Plzen in quel della ‘Doosan Arena’. Da qui le parole rilasciate da parte del tecnico nerazzurro in seguito a quelle di Milan Skriniar:

Inzaghi: "Squadra forte il Plzen. Onana o Handanovic? Lo dirò domani"
Simone Inzaghi ©LaPresse

ONANA-HANDANOVIC – “Per quanto riguarda la scelta del portiere, ho già deciso chi giocherà tra Onana e Hananovic ma in questo momento non mi va di dirlo. Stamattina abbiamo potuto lavorare meno sul campo ed è per questo che non lo sanno neanche i giocatori. Domattina invece avremo la riunione tecnica ed è giusto che lo sappiano prima loro”

VIKTORIA PLZEN – “E’ una squadra forte fisicamente che abbiamo già visto e studiato sia nel doppio confronto col Qarabag che nella gara col Barcellona. Si è conquistata la propria qualificazione in questo stadio e vanta comunque giocatori importanti. Faccio quindi riferimento a: Chory, Mosquera e Sykora. Hanno tutti importanti doti fisiche e sono molto veloci”.

SUL MOMENTO ATTUALE – “Certamente l’esordio con il Bayern non è stato dei migliori ma sapevamo comunque di essere capitati nel girone più complicato. Nonostante questo vogliamo provare a giocarcela. Affrontiamo una partita importante e dovremo essere bravi ad entrare in campo nel migliore dei modi”.

SULLA QUALIFICAZIONE – “Dal momento che mancano ancora diverse partite, non considero questa partita decisiva per la qualificazione, però siamo comunque consapevoli dell’importanza che ha sappiamo che occorrono almeno dieci punti per riuscire a passare un girone così difficile. Nello scorso anno siamo stati bravi a farli, ma quest’anno abbiamo a che fare con squadre più competitive e vogliamo quindi iniziare a muovere la classifica”.