Interlive | Bonus e ambizioni: ‘ripicca’ Psg per Skriniar

0
329

Skriniar è arrivato all’Inter nel 2017 diventando subito un pilastro della squadra. Il suo contratto è ancora in scadenza a giugno

A differenza di quanto è stato scritto in questi giorni, compreso stamattina, non abbiamo certezze circa un ritorno all’assalto del Psg per Skriniar nel prossimo calciomercato di gennaio. Le informazioni in possesso di Interlive.it danno comunque i parigini sempre convinti di riuscire a mettere le mani sullo slovacco, ancora in scadenza a giugno.

Calciomercato Inter, le ultime su Psg-Skriniar
Skriniar e Correa ©LaPresse

A quanto ci risulta, il club transalpino pregusta una sorta di ripicca, di vendetta sull’Inter che in estate ha detto no fino all’ultimo alla vendita del difensore sbarcato in nerazzurro nel 2017. Ovvero l’ingaggio a zero del centrale pilastro della formazione di Simone Inzaghi, sicuro che non prolungherà l’attuale accordo che terminerà fra nove mesi. Il Paris Saint-Germain si fa forte dell’intesa raggiunta col calciatore: non solo più soldi, la base è sui 6 milioni netti – in linea con l’offerta presentata all’Inter per il cartellino (circa 60 milioni) e con quella che proporrà a breve la società targata Suning, più ricchi bonus che poi rappresentano la sostanziale ‘differenza’ con la proposta contrattuale interista -, sul tavolo anche maggiore competitività rispetto a un’Inter dal futuro ancora incerto.

Skriniar: “Inzaghi equilibrato. Ho sempre cercato di dare il massimo per l’Inter”

Calciomercato Inter, le ultime su Skriniar-Psg
Milan Skriniar ©LaPresse

Inutile dire che per l’Inter sarebbe una sconfitta pesantissima perdere a zero Skriniar, in queste settimane Marotta ha fatto intendere che la partita è ancora aperta, che esistono ancora possibilità di rinnovo ma è chiaro che occorrerebbe da parte del classe ’95 una scelta fuori dal comune per arrivare alla fumata bianca, considerato che i nerazzurri non possono offrirgli gli stessi ricchi bonus del Psg né, ad oggi, le medesime prospettive.

Sul campo Skriniar sembra si stia portando dietro tutta un’estate davvero difficile, sempre al centro di voci di mercato, con di fatto la valigia pronta. I problemi dell’Inter, che in questo avvio di stagione ha già rimediato quattro sconfitte, non sono però figlie solo del suo deludente rendimento, di quello di un’intera difesa non più insuperabile come un tempo: “Sappiamo che noi difensori possiamo far meglio di quanto fatto finora, ma la fase difensiva, come quella offensiva, è di tutti”, ha spiegato lo stesso 27enne nell’intervista a ‘Dazn’. Sullo Scudetto ‘perso’ l’anno scorso, che forse ha lasciato delle scorie negative, il 37 nerazzurro ha detto che “il demerito non è solo nostro, ma c’è stato anche merito del Milan che ha vinto sempre nelle ultime. C’era tanta delusione ma ci siamo detti che avevamo vinto due coppe“.

Sull’avvio tortuoso: “Speravamo che aver perso lo scudetto ci desse una motivazione in più per vincere. Sono arrivate le critiche perché dicevano che eravamo una squadra forte e dovevamo vincere per forza, non vogliamo ascoltarle perché ci fanno perdere solo energie”.

In conclusione Skriniar elogia Inzaghi, senz’altro diverso da Conte – “E’ equilibrato. Come se fosse uno di noi, scherza ma se c’è qualcosa di più pesante la dice” – e parla del suo rapporto coi tifosi: “Con loro ho un bel rapporto. Ho sempre cercato di dare il massimo per questa squadra, lottando su ogni pallone e forse per questo mi vogliono bene”.