Calciomercato Inter, altri sacrifici in estate: c’è già il ‘nuovo’ Casadei

0
819

L’Inter ha sempre messo in mostra un settore giovanile florido e ricco di giovani talenti cresciuti e poi anche esplosi, seppur non sempre a Milano. L’ultimo caso di un gioiello andato via riporta alla scorsa estate con Casadei, ma occhio ad altri calciatori 

Il settore giovanile dell’Inter storicamente ha spesso sfornato giovani di ottimo livello che hanno saputo poi imporsi anche lontano da Milano. In estate la società meneghina, per fare cassa con una plusvalenza importante, ha infatti ceduto il talentuoso Cesare Casadei, centrocampista che si sta mettendo in mostra con la seconda squadra del Chelsea in attesa in futuro di dire la sua tra i grandi.

Calciomercato Inter, altri sacrifici in estate: c'è già il 'nuovo' Casadei
Simone Inzaghi, allenatore dell’Inter ©LaPresse

Casadei però non era di certo l’unico baby interista da tenere d’occhio all’interno dell’attuale generazione di calciatori. Chi ha tutte le carte in regola per stupire positivamente è Nikola Iliev, classe 2004 bulgaro della Primavera capace di mettere a referto ben 6 reti in 10 presenze tra campionato e Youth League. Lo scorso 27 ottobre è intervenuto in esclusiva a Interlive.it il suo agente, rilasciando dichiarazioni ‘forti’ e allo stesso tempo condivisibili sulla questione giovani.

Calciomercato Inter, tutti pazzi per Iliev: può essere ‘un altro’ Casadei

Calciomercato Inter, altri sacrifici in estate: c'è già il 'nuovo' Casadei
Iliev ©LaPresse

Piedi raffinati, tanta qualità e una visione di gioco da autentico fantasista, in grado di giocare trequarti, e non solo, in virtù di una ottima proprietà tecnica già messa in luce con la Primavera di Chivu. Nell’estate 2020, quello che all’epoca era un 16enne di buone speranze finisce nel mirino dell’Inter che lo porta a Milano battendo concorrenza di rilievo come quella di Chelsea, Ajax e United. Nato a Ruse, Iliev è cresciuto calcisticamente nel Botev Plovdiv fino all’esordio in prima squadra nel 2019 all’età di appena 15 anni e 3 mesi.

Un baby estremamente precoce che l’Inter sborsando mezzo milione non si fa sfuggire e dal quale si attende grandi cose. La curva di miglioramento è evidente e sotto gli occhi di tutti, così come è lampante e folgorante il poker che ha recentemente messo a referto in Youth League contro il Viktoria Plzen in cui ha messo in mostra tutto l’ampio repertorio.

Due presenze anche con la nazionale maggiore bulgara per Iliev oltre al gol vittoria nella finale scudetto contro la Roma lo scorso anno in Primavera. Si tratta quindi di un calciatore in erba ma neanche troppo, già capace di essere decisivo con i pari età, ed evidentemente destinato a grandi cose. L’Inter lo sa e si frega le mani, sia dal punto di vista tecnico che economico perchè non va escluso in un futuro chissà quanto lontano, un nuovo caso Casadei, qualora arrivasse un’offerta importante.