Calciomercato, Haaland lo spinge al City: ‘addio’ Inter

0
448

Il super bomber norvegese può rovinare i piani di calciomercato dell’Inter e non solo. La ‘mossa’ che favorisce la squadra allenata da Guardiola

Per il futuro, che può essere già gennaio l’Inter ragiona sull’acquisto di un nuovo laterale sinistro capace di saltare l’uomo. In sostanza un sostituto di Robin Gosens, il quale in questi mesi non è riuscito a ribaltare le gerarchie perdendo il Mondiale. Il tedesco potrebbe chiedere di andar via nella sessione invernale, con l’ambizione di trasferirsi in Bundesliga.

Calciomercato Inter, Gosens via a gennaio
Robin Gosens ©LaPresse

Ad oggi si fa soprattutto il nome di Vazquez per l’eventuale sostituzione di Gosens. Il giovane spagnolo è ai margini del Valencia di Gattuso e, come riportato da ‘Marca’, nel contratto ha una clausola che gli permetterebbe di andare via in prestito nel calciomercato ‘di riparazione’ qualora non raggiungesse un determinato numero di presenze. In seconda battuta, perché più costoso, il connazionale Pedraza in forza al Villarreal e rappresentato dalla medesima agenzia di Vazquez. Pedraza è un nome ‘caldo’ pure per giugno, come altri due profili con maggiore esperienza internazionale (di Vazquez…) e con il contratto in scadenza a giugno. Parliamo di Bensebaini del Borussia M’Gladbach e di Raphael Guerreiro del Borussia Dortmund.

Calciomercato Inter, per Guerreiro ‘pericolo’ Juve e Manchester City: ci pensa Haaland

Calciomercato Inter, Haaland scippa Guerreiro per il City
Guerreiro ©LaPresse

Sia su Bensebaini (27 anni) che su Guerreiro (quasi 29) c’è anche la Juventus, anch’essa bisognosa di rinforzarsi sulla corsia mancina. Per il portoghese attenzione pure alla concorrenza straniera, spagnola così come inglese. Haaland, suo compagno al Dortmund fino a maggio scorso, potrebbe ‘caldeggiare’ il nome di Guerreiro al Manchester City, che in estate non ha rimpiazzato Zinchenko ceduto all’Arsenal.

A proposito di Haaland, dopo le parole di Moratti e Branca sull’Inter vanno registrate quelle di stamani al ‘Corriere dello Sport’ del Ds del Napoli Cristiano Giuntoli: “Avevamo un accordo di massima con il Salisburgo, riconoscendo loro la clausola da 25 milioni. Lui però preferì andare al Borussia e allora noi decidemmo di prendere Osimhen. Per noi lui e Victor sono alla pari”.