Ounahi strega tutti al Mondiale: perché può far comodo anche all’Inter

0
82

Il centrocampista del Marocco è finito nel mirino del Barcellona. Diventa sempre più fattibile a questo punto l’idea di vedere un’asta. L’analisi sull’Inter e su di lui

Tra le sorprese più belle di questo Mondiale, c’è sicuramente il Marocco: che contro ogni pronostico iniziale ha già raggiunto le semifinali di questa competizione. A dirla tutta poi, non è solo questa la cosa che ha contraddistinto la nazionale guidata dal CT Walid Regragui sin qui.

Regragui entusiasta del suo Marocco
Walid Regragui, CT del Marocco ©LaPresse

Ad aver permesso infatti ad Hakimi e compagni di raggiungere questo importante traguardo, sono stati proprio i successi ottenuti contro Spagna e Portogallo, vittorie che hanno fatto seguito tra l’altro all’importante 2-0 rimediato nella fase a gironi contro il Belgio e che ha difatti permesso ai marocchini stessi di avere la meglio sui belgi nel proprio raggruppamento.

In molti infatti faticano a credere tutt’ora a quanto accaduto, col Marocco che affronterà nel prossimo mercoledì la Francia di Didier Deschamps alle ore 20:00. A dire la propria poi su questo importantissimo match, ci ha pensato proprio una persona in particolare.

Branco a Tv Play: “Zero dubbi. La Francia ha concesso questo favore dei Mondiali al Qatar. Vi spiego il tutto”

Macron prima dei Mondiali ha detto che il calcio non è una questione politica e che non bisogna mischiare essa con lo sport. La realtà però, è che il calcio è diventato davvero molto politico. Dico questo perché il Qatar ha salvato moltissime aziende francesi dopo la crisi che c’è stata nel 2008, dove in cambio è poi arrivato il supporto da parte di Platini per organizzare il Mondiale del 2022″.

Branco dice la sua sul match Francia-Marocco
Juan Branco a Tv Play (Screenshot Calciomercato.it)

Ha esordito con queste parole l’avvocato Juan Branco a ‘Calciomercato.it‘ in onda sul canale twitch di Tv Play. L’argomento d’interesse è stato chiaramente il Mondiale di Qatar 2022, con un particolare pensiero rivolto all’imminente sfida tra Francia e Marocco che varrà la finale. “Hanno già fatto fuori la Spagna, ed ora possono eliminare anche la Francia. La cosa spaventa la destra, c’è infatti molta strumentalizzazione sulle vittorie dei francesi. Sono però convinto che Macron e chi guida il Marocco abbiano già parlato con la FIFA per far sì che non ci sia alcun problema nel corso della gara, evitando così eventuali disordini”. E’ stato questo infatti il pensiero rilasciato direttamente da Juan Branco in vista della seconda semifinale che farà seguito nel prossimo mercoledì a quella tra Argentina e Croazia (in programma domani). Nel mentre poi, urge soffermarsi inoltre su chi sta letteralmente trascinando la nazionale guidata ad oggi dal CT Regragui, vale a dire Azzedine Ounahi.

Calciomercato Inter, Ounahi ha già stregato mezza Europa: il focus sul centrocampista finito nelle grinfie del Barcellona

Giovane, di prospettiva, abile sia nella fase difensiva che in quella offensiva e in grado inoltre di variare in qualsiasi zona di centrocampo, agendo così sia da mediano che da trequartista e mezz’ala. Sono queste non a caso le caratteristiche che contraddistinguono maggiormente Azzedine Ounahi, centrocampista attualmente in forza all’Angers e ad oggi impegnato col suo Marocco in questo Mondiale, competizione nella quale sta trovando non soltanto moltissimo spazio ma anche tantissima continuità.

Ounahi e il perché del potrebbe far comodo all'Inter
Azzedine Ounahi a duello con Joao Felix ©LaPresse

A testimonianza di ciò infatti, il classe ’00 è già sceso in campo in ben cinque circostanze su cinque in questo suo primo ed unico Mondiale e l’ha fatto al fianco della nazionale guidata da Regragui, squadra con cui ha collezionato addirittura 446′, tanto da diventarne uno dei maggiori punti di forza. Non per niente poi, è stato grazie a tutta questa serie di prestazioni offerte che lo stesso Ounahi è finito in questi ultimissimi giorni nel mirino di Barcellona e Siviglia. Su di lui ci sono inoltre gli occhi puntati di Fiorentina e Torino, anche se resta da dover sottolineare il fatto che il giocatore ha un contratto che lo vede legato all’Angers sino al prossimo 2026.

La forte e prorompente mezz’ala potrebbe dunque tornare utile anche all’Inter, desiderosa di chiudere per un nuovo centrocampista. L’obiettivo per il post Gagliardini, che andrà via a zero, è Musah del Valencia. Ounahi, però, potrebbe essere il profilo giusto dato che saricoprire praticamente tutti i ruoli della mediana. Il prezzo, sui 18 milioni (ma c’è il rischio asta) è tra l’altro alla portata.