Spunta il nuovo affare con la Lazio: prestito con diritto

0
800

Si parla di un nuovo clamoroso affare con la Lazio. Maurizio Sarri vorrebbe prendere dall’Inter uno dei giocatori meno sfruttati in campo da Simone Inzaghi

Claudio Lotito, presidente dei biancocelesti, ci starebbe pensando seriamente, e secondo i meglio informati sarebbe pronto a presentare all’Inter un’offerta di prestito con diritto di riscatto.

Affare proposto da Lotito
Claudio Lotito ©LaPresse

Il giocatore nerazzurro che piace a Maurizio Sarri è Robin Gosens. La Lazio ha infatti necessità di un terzino sinistro, e il tedesco sarebbe il nome preferito dal tecnico ex Napoli e Juve per dare qualità alla fascia. All’Inter, però, la prospettiva non piace più di tanto. Gosens ha rappresentato per i nerazzurri un investimento importante, e anche se il tedesco ha scarsamente inciso in questi due anni milanesi, Inzaghi pensa ancora che possa essere recuperato o comunque utile alla causa.

L’affare con la Lazio per Gosens, quindi, non si farà. L’idea del prestito è per i dirigenti nerazzurri poco utile e sensata. Anche perché l’Inter non può permettersi di cedere senza un ritorno certo il tedesco, pagato 28 milioni solo un anno fa.

Beppe Marotta potrebbe cambiare idea solo di fronte a una proposta a titolo definitivo o con obbligo da circa 20 milioni.

Un nuovo affare con la Lazio: l’Inter non ci pensa

Anche se Lotito dovesse corteggiare il giocatore promettendogli la titolarità, il ventottenne Gosens sembra orientato a vestire ancora la maglia nerazzurra. Il tedesco vuole dimostrare di essere forte.

Gosens vuole restare a Milano
Gosens ©LaPresse

E a Milano qualcuno crede ancora che possa fare la differenza. Su tutti, il più convinto pare Piero Ausilio, che aspetta da mesi che il tedesco torni a esprimere la brillantezza dimostrata con la maglia dell’Atalanta. Per questo l’esterno sinistro è stato tolto dal mercato.

Dopo un calvario fisico e una condizione ritrovata con troppa lentezza, anche per via dello scarso minutaggio, durante la pausa Mondiale, il tedesco ha riconquistato l’apprezzamento di Inzaghi. Nelle amichevoli finora disputate, Robin ha corso, proposto assist, segnato e sudato. E l’Inter spera di poterlo usare come nuova arma per la seconda parte del campionato.

Ecco perché negli scorsi giorni Piero Ausilio ha ribadito che l’Inter continuerà a credere nel tedesco. “Abbiamo fatto un investimento importante e pensiamo che a breve vedremo un giocatore diverso. Non è sul mercato”, ha annunciato il ds a margine del premio Maestrelli. In questo modo Ausilio ha voluto anche rispondere indirettamente a Lotito e smorzare le voci su una cessione in Germania o un affare last-minute con la Lazio.

Cambio strategico sulla sinistra

Di necessità si fa virtù. L’Inter aveva bisogno di garanzie sulla fascia sinistra. Ed è vero che ha cercato diversi giocatori in Spagna e in Italia. Ma non è stato possibile chiudere affari a zero. Per questo Marotta e Ausilio hanno pensato a un cambio strategico, che però dipende anche da evidenze tecniche.

Gosens bloccato da Ausilio
Ausilio e Zanetti ©LaPresse

In allenamento, Inzaghi ha riscoperto un giocatore propositivo e veloce. Per questo ha fatto sapere ai suoi dirigenti che Gosens stava tornando in forma e utile. Anche Zanetti, tornato dal Qatar, ha trovato un Gosens più lucido e scattante, e pare che abbia voluto incoraggiarlo.

Nelle ultime settimane a Milano si è rivisto il vecchio Gosens, quello dell’Atalanta, ovvero il laterale che l’Inter aveva predo per sostituire Perisic e per strappare sulla fascia e aggiungere goal e assist alla media. Fino a due anni fa il tedesco era considerato uno dei migliori esterni d’Europa. E l’Inter si augura che non fosse solo un’illusione.