L’Inter lo molla e se ne va al Milan: firma gratis

0
7999

Un calciatore dell’Inter potrebbe presto arrivare gratis al Milan con una firma a zero. Per i nerazzurri non si prevedono tuttavia grossi rimpianti

Roberto Gagliardini andrà molto probabilmente via a zero a giugno 2023. L’Inter avrebbe voluto cederlo già a gennaio per ricavare qualche milione, ma il centrocampista non si è reso disponibile.

Gagliardini poco utilizzato da Inzaghi
Inzaghi ©LaPresse

Sembra infatti che Gagliardini sia da tempo orientato a lasciar scadere, come si sul dire, naturalmente a giugno il suo contratto con i nerazzurri. L’interno di centrocampo arrivò a Milano nel gennaio del 2017. È dunque a suo modo un veterano.

Dopo aver collezionato 16 presenze con l’Atalanta, Gagliardini passò all’Inter in prestito biennale con obbligo di riscatto. L’accordo di trasferimento fu di 2 milioni di euro per il prestito e altri 20 milioni al momento del riscatto, avvenuto alla prima presenza del giocatore nella stagione 2017-2018.

L’ultima speranza per l’Inter per incassare qualcosa è che il Torino tenti un tardivo affondo nelle prossime settimane. I dirigenti nerazzurri, a ogni modo, non si illudono: hanno da tempo compreso qual è la volontà del centrocampista ex Atalanta. Gagliardini punta ad accasarsi come free-agent alla squadra che saprà garantirgli l’ingaggio più alto. E da svincolato può puntare di certo a squadre più grandi.

Il club maggiormente interessato al momento è il Monza. Ma la sorpresa potrebbe essere un’altra. Pare infatti che il centrocampista dell’Inter possa puntare a un trasferimento gratis, cioè con una firma a zero, con il Milan.

Gagliardini gratis dall’Inter al Milan

Si parla dunque di eccellenti rapporti tra il suo agente Riso e Paolo Maldini. L’agente di Roberto Gagliardini, almeno un tentativo, potrebbe farlo, provando cioè a portare il centrocampista poco utilizzato da Simone Inzaghi da Stefano Pioli.

Gagliardini al Milan gratis
Roberto Gagliardini ©LaPresse

Mister Piolo allenò Gagliardini all’Inter e lo sfruttò moltissimo durante la sua breve permanenza sulla panchina del club, rendendo il centrocampista nato a Bergamo un perno della sua formazione. Quindi, non è inverosimile che l’allenatore del Milan conservi un buon ricordo del calciatore.

Fu infatti Pioli a volere Gagliardini all’Inter a gennaio, dopo essere diventato allenstore nel novembre 2016, durante la sosta dei campionati, per sostituire l’esonerato Frank De Boer.

Oltre al Milan, il centrocampista ha molti estimatori in Serie A, data la sua esperienza. Piace anche alla Salernitana e al Verona. Il problema, per tutti, è rappresentato dall’ingaggio. Per questo Toro è Milan sono in pole.

In ogni caso, per l’Inter non sarebbe un grosso problema cedere gratis il giocatore al Milan. Se Gagliardini arriverà in scadenza, una destinazione varrà l’altra.

Il sostituto ideale di Gagliardini

Con chi verrà sostituito Gagliardini? L’Inter sta tenendo d’occhio Guido Rodriguez. Questo almeno è l’ultimo nome speso per il centrocampo dell’Inter, per il post Gagliardini. L’ex Atalanta, anche se ha giocato poco con Inzaghi, è un calciatore affidabile per l’Inter.

Nel momento del bisogno si è dato da fare e ha garantito copertura. I nerazzurri, che vorrebbero cederlo già a gennaio, sanno che dovranno trovare un fac-simile per la panchina, magari di livello superiore.

Quindi, con l’ex Atalanta che saluterà sicuramente in estate, potrebbe entrare in scena Rodriguez, ventottenne mediano tesserato dal Betis e con scadenza del contratto fissata nel 2024. Rodriguez ha il passaporto italiano e piaciucchia a Inzaghi. Secondo l’Estadio Deportivo ci sarebbe già stato un primo colloquio tra l’Inter e gli iberici.