Accelerata e firma immediata: l’Inter deve dirgli addio

0
17

Ormai è noto, l’Inter non può far altro che aspettare giugno, anche se giungono preoccupanti voci di una decisiva accelerata da parte di un altro club. Per Marotta la situazione comincia davvero a complicarsi

Marco Thuram potrebbe arrivare all’Inter solo come parametro zero. Lo sa la dirigenza, lo sa il giocatore e lo sanno anche tutte le altre squadre interessate al francese.

Marotta preoccupato dalle mosse del Chelsea
Beppe Marotta ©LaPresse

Il punto è proprio questo: il Borussia M’gladbach, squadra in cui attualmente milita Thuram, spinge per la cessione subito, pur di ricavarci qualcosa. E, guarda caso, ci sono sempre più pretendenti, anche di alto profilo, disposte a versare decine di milioni subito per tesserare l’attaccante della nazionale francese e vicecampione del mondo nel 2022.

L’Inter rischia dunque di dover dire addio a Thuram per l’accelerata da parte di una squadra di Premier. Il tutto proprio nei giorni in cui per i nerazzurri era arrivata la “buona notizia” dell’allontanamento del Bayern Monaco dall’affare.

Ma qual è il club pronto a insistere per assicurarsi già a gennaio le prestazioni di Thuram? E come reagirà Beppe Marotta alla nuova minaccia?

Ciò che sappiamo è che nelle scorse ore Graham Potter avrebbe chiesto al Chelsea di acquistare subito Marcus Thuram, per bruciare la concorrenza. Stando a quanto riportato dal sito Fichajes.com, i Blues avrebbero intenzione di dare un’accelerata decisiva alla trattativa per chiuderla nelle prossime settimane.

Accelerata del Chelsea per Thuram: Inter gelata

Dopo aver accolto con un mezzo sospiro di sollievo la notizia riguardante la frenata del Bayern Monaco per l’attaccante francese del Borussia, l’Inter ora deve guardarsi dal potere economico e dall’appeal del Chelsea.

Chelsea su Thuram
Marcus Thuram ©LaPresse

Non è un mistero che Thuram abbia voglia di misurarsi con la Premier. L’ad Beppe Marotta, comunque, continuerà a provarci. E a prescindere da quello che sarà il futuro di Romelu Lukaku.

L’anno scorso Thuram si era detto felice di poter passare all’Inter. Ma sappiamo com’è andata a finire… Dato che il ragazzo si era infortunato, i dirigenti interisti hanno scelto di accontentare Inzaghi e prendere Correa.

C’è anche chi pensa che il francese potrebbe essersi offeso, e che Marotta si giunto a struggersi per quella trattativa di fatto chiusa che l’Inter è riuscita a mandare all’aria per acquistare il deludente Correa. Ma pare anche che Beppe Marotta voglia proprio insistere sull’accordo sfiorato per ricordare agli agenti l’apprezzamento espresso dal giocatore in passato. Ad Appiano hanno conservato le vecchie mail, in modo da poter rievocare quell’intesa e ribadire la disponibilità comunicata da Marcus riguardo alla possibilità di trasferirsi a Milano. Basterà?

La minaccia inglese

Il grosso problema è che ora c’è di mezzo il Chelsea. E Inghilterra e Germania sono sicuri che i Blues stiano appunto valutando la possibilità di trattare col Borussia Mönchengladbach per acquistare l’attaccante già a gennaio, così da battere la concorrenza delle altre società che invece sono al lavoro per ingaggiarlo a giugno. Il Borussia, ovviamente, preferisce incassare una quindicina di milioni subito piuttosto che tenersi Thuram fino a giugno e poi perderlo come parametro zero.

Chelsea su Marcus Thuram
Thuram ©LaPresse

L’unica speranza per l’Inter è che la volontà del giocatore possa essere in contrasto con quella del suo club. L’attaccante classe 1997 della nazionale francese potrebbe infatti non voler lasciare il Borussia Mönchengladbach a gennaio, per non doversi inserire in una nuova squadra già formata e rischiare di diventare una riserva di lusso.

Stando ad alcune indiscrezioni di provenienza tedesca, riportate anche da Bild, Thuram, in scadenza di contratto con i tedeschi, potrebbe quindi restare con i neroverdi fino a fine stagione. Il ragazzo avrebbe l’obiettivo di vincere la classifica dei cannonieri della Bundesliga. La decisione del giocatore avvantaggerebbe così l’Inter, che punta su di lui solo a parametro zero.