Tutto fatto, UFFICIALE la firma con l’Inter: “Club fantastico”

0
17768

Solo dopo aver disputato la Supercoppa contro il Milan. Questo è il termine che Marotta e Ausilio hanno fissato, dopo il quale cominceranno a fare sul serio con i rinnovi. Per ora c’è solo la firma ufficiale del prolungamento di contratto con l’Inter da parte di un ragazzo promettente

Preoccupano tanto, e continueranno a farlo ancora, le situazioni contrattuali di Skriniar e De Vrij. E nelle ultime ore qualcuno ha sollevato dubbi anche sul futuro in nerazzurro di Edin Dzeko. Bisogna dunque temere che il bosniaco vada via a zero?

Inter, firma ufficiale rinnovo
Ausilio ©LaPresse

In realtà, per il bosniaco, trentasette anni il 17 marzo 2023, l’accordo sembra meno complicato del previsto. Come anticipato nei giorni scorsi da questo sito, l’Inter ha capito di dover investire ancora sul Cigno di Sarajevo, nonostante l’età. In questa stagione Edin è stato importantissimo per Simone Inzaghi e ha in più occasioni dimostrato di poter dare ancora tanto al calcio in generale.

Per questo Piero Ausilio e Beppe Marotta proveranno a blindarlo il prima possibile. Ci sarebbe già il progetto per un mezzo appuntamento fra gli agenti del giocatore e la dirigenza nerazzurra.

L’idea è quella di ragionare al termine del girone d’andata, cioè a febbraio. Per ora l’Inter è ferma sulla proposta di un rinnovo per una stagione con opzione per una successiva a 3,5 più bonus a stagione. Attualmente il bosniaco guadagna 5,5 milioni e vorrebbe poter ottenere un biennale (due anni netti, non un 1+1). Ed è questo il punto su cui si dovrà ragionare.

Da Dzeko a Skriniar: i piani dell’Inter

Da ambo le parti, però, ci dovrebbe essere manifesta volontà di trovare una soluzione e portare avanti il rapporto. Più complicata invece la situazione che riguarda Skriniar, che continua a essere vago sulla possibilità di apporre la sua firma a un nuovo contratto per portare avanti in modo ufficiale la sua permanenza all’Inter.

Inter, firma ufficiale rinnovo
Edin Dzeko ©LaPresse

Diverse le fonti parlano di un nuovo meeting in programma per i prossimi giorni. L’Inter avrebbe dunque convocato l’entourage di Milan Skriniar dopo la Supercoppa. Per ora non si vuol creare tensione in un ambiente già un po’ in crisi. La partita contro il Verona e il derby a Ryad sono due appuntamenti fondamentali per la stagione e il difensore centrale slovacco deve potersi allenare con serenità. C’è anche chi afferma che l’incontro fra gli agenti di Skriniar e la società nerazzurra potrebbe già esserci stato nelle scorse ore. Eppure non sono ancora arrivate conferme o prove di un simile confronto.

La strategia dell’Inter in questo momento è abbastanza chiara: Marotta sta concedendo tempo al difensore per riflettere. Ma entro una settimana o poco più dovranno cominciare ad arrivare delle risposte, perché in caso di mancato rinnovo, l’Inter potrebbe anche scegliere di mettere subito in vendita Skriniar.

Firma ufficiale di prolungamento: il primo rinnovo dell’Inter

Marotta sta dunque studiando con attenzione la questione dei rinnovi. Si partirà con Dzeko e Skriniar, quindi si penserà a De Vrij e a D’Ambrosio. Su Handanovic non è detta l’ultima parola: lo sloveno vorrebbe svincolarsi, tuttavia le parti non si sono ancora confrontate. In primavera, poi, si discuterà anche del futuro di Lukaku.

Rinnovo ufficiale Grygar
Samuel Grygar ©LaPresse

La prima firma ufficiale di rinnovo per l’Inter arriva da parte del giovane Samuel Grygar, che ieri ha scelto di prolungare fino al 2025. Il ragazzo ha espresso soddisfazione annunciando tutto il suo piacere continuare in un club che giudica “fantastico”.

Il nuovo contratto triennale legherà quindi il diciottenne ceco, attualmente in forza alla Primavera, all’Inter con massima soddisfazione delle parti. Grygar ha giocato per le giovanili dell’Inter negli ultimi due anni: arrivò dalle giovanili della squadra ceca dell’Ostara nel 2021. Ora è un nazionale dell’Under-21 della Repubblica Ceca e un titolare fisso della Primavera nerazzurra guidata da Chivu. Dicono che gli manchi poco: è quasi pronto a fare il salto per giocare con i grandi.