Inzaghi netto: “A Riad non ci saranno”. E Gagliardini va all’attacco

0
31

Dal successo col Verona alla Supercoppa col Milan, le dichiarazioni di Simone Inzaghi dopo il match valevole per la diciottesima giornata di Serie A

Lautaro sta facendo molto bene, ma già prima del Mondiale aveva una continuità incredibile. Gli ho dovuto chiedere qualcosina in più, fatta eccezione per lo spezzone col Napoli le ha giocate tutte dal rientro perché avevamo qualche problema davanti”. A ‘Dazn’, nel post Inter-Verona, Inzaghi elogia Lautaro che con il suo gol stasera ha regalato i tre punti ai nerazzurri.

Inter-Verona, parla Inzaghi
Simone Inzaghi ©LaPresse

Dieci punti dal Napoli capolista, nel percorso in campionato per l’Inter ha pesato molto l’assenza di Lukaku: “Lui, ma anche Brozovic non li abbiamo mai avuti. Però bisogna andare avanti, purtroppo ora Romelu ha questa infiammazione che gli impedisce di lavorare al meglio”.

Da Lukaku a Dumfries, stasera partito di nuovo dalla panchina: “Darmian sta in un ottimo momento di forma, mentre Dunzel è tornato dal Mondiale con un problema fisico che lo ha limitato. Adesso dobbiamo cercare di riportarlo in condizione”.

In vista del derby di Supercoppa col Milan, Inzaghi ha annunciato che “per Riad Brozovic e Handanovic non sono recuperabili, mentre per quanto riguarda Lukaku dovremo monitorare i suoi progressi nei prossimi giorni”.

Conclusione sullo Scudetto, che già sembra cucito sul petto del Napoli: “Ha preso un grandissimo margine – sottolinea il tecnico nerazzurro – In questo momento noi che siamo dietro dobbiamo continuare a pedalare senza fare tabelle, cercando di vincerne il più possibile”.

Gagliardini: “Sono stati due anni tosti. Decisione a giugno”

Seconda da titolare consecutiva per Gagliardini: “Penso che sia la prima volta che nei gioco due di seguito col mister”, ha evidenziato a ‘Dazn’ il centrocampista con un po’ di vena polemica.

Inter-Verona, parla Inzaghi
Gagliardini in azione ©LaPresse

Il contratto di Gagliardini, in scadenza a giugno, potrebbe non essere rinnovato: “A livello di minutaggio sono stati due anni tosti. Quest’anno credo anche di essere cresciuto a livello mentale, riuscendo ad affrontare i momenti più duri, quando non venivo preso in considerazione. Non penso di essere più disposto a fare questo tipo di minutaggio – ha rincarato Gagliardini al microfono di ‘Sky Sport’ – Mi sento bene. Ho tanta voglia di dimostrare, a giugno prenderò le mie decisioni“.