“Premier League”: l’annuncio che ‘allarma’ l’Inter

0
6

“Sogno di essere allenato da lui”: ecco le dichiarazioni bomba che mettono tutta l’Inter in crisi. Marotta e Ausilio sono seriamente preoccupati ora. Le ultime

Testa nuovamente al campionato per la squadra di Inzaghi, dove i nerazzurri se la vedranno questa sera, alle ore 20:45, direttamente contro l’Empoli di Paolo Zanetti in questa 19esima giornata di Serie A.

Baldanzi: "Sogno di essere allenato da Klopp"
Simone Inzaghi – interlive.it

Conta solo una cosa per gli attuali vice campioni d’Italia: dare continuità agli ultimi risultati ottenuti. Prim’ancora della vittoria della Supercoppa, infatti, l’Inter ha, anche, avuto tempo e modo di sconfiggere per 1-0 il Verona tra le mura del ‘Meazza’…Cornice di pubblico nella quale i nerazzurri, come appena preannunciato, avranno a che fare, proprio in prima serata, contro l’Empoli. Nel mentre però, anche l’intera dirigenza della ‘Beneamata’ sarà, allo stesso tempo, chiamata ad un proprio compito, ossia quello di osservare, in particolar modo, due giovani calciatori di attuale proprietà ‘azzurra’. In tal senso, dunque, riflettori puntati sia su Parisi – possibile rimpiazzo di Gosens già in vista del prossimo anno – che su Baldanzi.

Entrambi i calciatori piacciono, non a caso, da moltissimo tempo a Marotta e Ausilio: al punto che, già negli scorsi mesi, noi di Interlive.it vi avevamo preannunciato che ci fosse più di un semplice qualcosa in merito all’interesse che l’Inter nutre nei confronti del forte laterale ‘made in Italy’. Quanto a quest’ultimo, infatti, non si può far altro che riferimento a tutte le sue caratteristiche. Trattasi, per l’appunto, di un esterno in grado di agire sia da terzino, che in posizione più avanzata…Insomma, anche da quinto di centrocampo, per intenderci. Il calciatore è dotato di grande corsa e velocità e si contraddistingue, in particolar modo, per la propria spinta offensiva, tale da potergli permettere di creare superiorità numerica. Lo testimoniano, inoltre, le sue 2 reti raccolte in questa stagione. Che ne è di Baldanzi, invece? Adesso ve ne parliamo subito.

Il giovane classe ’03 può ricoprire, praticamente, tutti i ruoli della trequarti: variando sia sul fronte di destra che su quello di sinistra. Il tiro dal limite dell’area è uno dei suoi maggiori punti di forza che, se unito alla sua abilità nello stretto, ne fanno di lui uno dei giovani italiani più promettenti. Cresciuto proprio nel vivaio dell’Empoli, il ragazzo natio di Poggibonsi – con già 3 gol collezionati in A in sole 9 presenze – è, tra le tante cose, dotato di un’ottima tecnica di base…Al punto che, fatta eccezione per l’Inter, è riuscito ad attirare, anche, l’attenzione di altri club: motivo per cui, a partire dalla prossima stagione, sembra oramai destinato al grande salto. Visti anche gli ultimi affari riguardanti Asllani e Satriano, i rapporti tra i nerazzurri e i toscani sono pressoché eccellenti, anche se proprio come ribadito dal calciatore stesso e dal suo agente Pastorello, il ragazzo sogna, al tempo stesso, la Premier League.

Pastorello: “Baldanzi seguito da metà Premier”. Poi l’annuncio del fantasista: “Voglio essere allenato da Klopp”

Intervenuto nelle scorse ore direttamente ai microfoni di ‘Rai Sport’, il noto agente Federico Pastorello – rappresentante sia di de Vrij che di Baldanzi – ha parlato a proposito della situazione dei propri assistititi, soffermandosi, in particolar modo, sull’ultimo dei due.

Pastorello: "Baldanzi seguito da metà Premier"
Tommaso Baldanzi – interlive.it

“Baldanzi è monitorato da metà Premier, ci sono tantissimi club su di lui. Solitamente è qui che vengono a pescare le società inglesi: perché, tutto sommato, i prezzi dei calciatori sono ancora ragionevoli”. Dichiarazioni importanti le sue e che, oltre all’interesse dell’Inter, testimoniano, in concomitanza, tutta l’attenzione che in Inghilterra si nutre nei confronti del giovanissimo classe ’03.

Giunge, poi, un’altra conferma sul tutto…Con lo stesso Baldanzi che non ha, minimamente, perso tempo per lasciarsi andare a qualche ‘complimento’: “Penso che l’Inter, nostra prossima avversaria in campionato, sia una grande squadra e che esprima un gran bel calcio. Dopo la Supercoppa è tornata a livelli altissimi. Il mio desiderio? Mi piacerebbe essere allenato da Klopp un giorno. Purtroppo resterà un semplice sogno, in quanto si è ad un livello fin troppo alto. Non nascondo però quanto sia bello giocare e crescere a casa mia”. Queste le parole rilasciate a ‘La Gazzetta dello Sport’ dal fantasista ‘azzurro’ che, proprio questa sera, dovrebbe partire dal 1′ contro i nerazzurri.

Sapete, invece, chi rischia seriamente di non figurare dall’inizio del match? Proprio lui: Romelu Lukaku. A parlarne della sua situazione, in ottica Chelsea per dipiù, è stato, non a caso, qualcuno in particolare.

Nani a Tv Play: “Tra Lukaku e il Chelsea possono essere successe molte cose. Vi dico la mia”

L’ex direttore sportivo Gianluca Nani ha parlato ai microfoni di ‘Calciomercato.it‘, trasmissione condotta in onda su Tv Play, soffermandosi, da lì in poi, sull’atteggiamento che il Chelsea avrebbe dovuto adottare nei confronti di Romelu Lukaku.

Nani a Tv Play: "Vi dico la mia su Lukaku e il Chelsea"
Romelu Lukaku – interlive.it

” Vi dico ciò che penso: il vero lavoro del direttore sportivo inizia nel momento in cui hai sottoscritto un determinato contratto. L’intento dovrebbe essere, su tutti, quello di mettere il calciatore nelle condizioni di poter rendere al massimo. E quindi dico: “Perché Lukaku va al Chelsea e viene trattato come l’ultimo degli esordienti?. Personalmente penso che possano essere successe tante cose e chi sa cosa sia accaduto, è meglio chi gli sta intorno”.