Dall’Inter alla Juventus, il calendario sorride ad Allegri

Bianconeri, ora in testa alla classifica di A, avvantaggiati rispetto alla formazione di Inzaghi in vista dei prossimi impegni. Tutto quello che c’è da sapere

Mentre l’Inter era ancora impegnata in Arabia a causa della Supercoppa Italiana, la Juventus ha completato il sorpasso in classifica ai danni della formazione di Simone Inzaghi, in attesa naturalmente del recupero di Inter-Atalanta in programma il prossimo 28 febbraio.

Calendario Juve molto più agevole rispetto a quello Inter sino a fine febbraio
Massimiliano Allegri (LaPresse) – interlive.it

Grazie a una super prestazione fornita la scorsa domenica sera contro il Lecce, i bianconeri sono riusciti a imporsi per 0-3 sui padroni di casa grazie alla doppietta di Dusan Vlahovic e alla rete firmata da Gleison Bremer, rete che ha messo la parola fine alla gara. Ora, dopo che anche la Supercoppa è volta al termine, il pensiero dell’Inter non può che tornare in direzione dei prossimi impegni, impegni che sulla carta saranno molto più difficili rispetto a quelli che attendono la squadra di Massimiliano Allegri.

Calendario shock per l’Inter sino a fine febbraio: il confronto con la Juve è pauroso

L’Inter tornerà a rimettere piede in campionato a partire dalla serata di domani, giorno in cui è in programma il match in mura nemiche contro la Fiorentina, precisamente all’indomani di Juventus-Empoli, gara fissata nel pomeriggio di oggi e pressoché agevole in confronto a quella che attende i ragazzi di Simone Inzaghi circa ventiquattr’ore dopo.

Simone Inzaghi (LaPresse) – interlive.it

A seguire ci sarà poi lo scontro diretto tra le due formazioni, appuntamento fissato al ‘Meazza’ il giorno 4 febbraio alle ore 20:45, match che fornirà ulteriori indizi in chiave scudetto. Dopodiché Lautaro e compagni se la vedranno contro l’ex Romelu Lukaku in data 10 febbraio, due giorni prima di Juventus-Udinese, in programma lunedì 12 febbraio.

Sei giorni dopo dal confronto contro i giallorossi, andrà poi in scena Inter-Salernitana il giorno venerdì 16 febbraio, circa ventiquattr’ore prima di Verona-Juventus. A chiudere il mese di febbraio dei nerazzurri l’impegno esterno contro il Lecce, appuntamento in programma il prossimo 25 febbraio, stesso e identico giorno in cui andrà in scena Juventus-Frosinone.

Va poi considerato il fatto che tre giorni dopo si disputerà Inter-Atalanta, impegno che si sarebbe dovuto disputare la scorsa settimana e che causa concomitanza Supercoppa Italiana andrà in scena a fine mese. Capite bene, quindi, che tipo di differenza ci sia tra il livello di difficoltà degli appuntamenti che attendono la formazione di Inzaghi a confronto con quelli che attendono la squadra di Massimiliano Allegri che, va detto, in quest’ultimo mese di tempo ha ritrovato un bel po’ di certezze.

Tutti i segnali lanciati dalla Juventus all’Inter in chiave scudetto

Non solo il primo posto agguantato da parte dei bianconeri in occasione dell’ultima uscita di campionato, in attesa naturalmente che venga recuperata Inter-Atalanta, i nerazzurri devono stare attenti a tutta una serie di altri segnali lanciati da parte della ‘banda’ di Massimiliano Allegri.

 

Il primo è quello di un ritrovato Dusan Vlahovic, capace di mettere a registro 6 reti e 2 assist nelle ultime 5 gare di A, in più va fatta un’ulteriore considerazione: quella che la formazione guidata dal tecnico livornese, da sempre specialista del ‘corto muso’, in questo mese di gennaio ha messo a referto 18 reti in 5 gare disputate tra campionato e Coppa Italia realizzando, quindi, almeno 2 gol a partita. Juve che ha, dunque, dato l’impressione di giocare un po’ più all’attacco rispetto alla prima parte di stagione oppure alle annate precedenti. Lo certificano i 35 gol realizzati nelle prime 21 gare di campionato.
Impostazioni privacy