Il rinnovo non arriva: Lautaro, cosa (non) è successo dopo Madrid

Si fa ancora attendere la firma per il rinnovo di contratto del centravanti e capitano argentino con l’Inter in questa fase terminale di stagione, ecco gli ultimi aggiornamenti di mercato

La grande stagione vissuta dall’Inter e culminata con la vittoria del ventesimo Scudetto della propria storia è il riflesso dell’operato di un gruppo coeso, rappresentato largamente dalle forti individualità presenti in rosa. Fra queste spicca Lautaro Martinez, distintosi all’ennesima annata da protagonista in nerazzurro tanto da divenire nel giro di pochissimi mesi una risorsa indispensabile nella corsa al gol.

Lautaro, rinnovo con l'Inter in stand-by
Lautaro Martinez, centravanti e capitano dell’Inter (LaPresse) – interlive.it

Simone Inzaghi lo ha impiegato ogniqualvolta sia stato possibile e l’argentino ha ripagato la fiducia mostratagli a suon di marcature e assist, sempre coadiuvate da Marcus Thuram e il resto del centrocampo retrostante. Sulla base di queste considerazioni, l’Inter ha più volte espresso la volontà di procedere con la discussione delle condizioni per il rinnovo di contratto. Ma senza affrettare mai i tempi.

Del resto, l’attuale formulazione in vigore parla di giugno 2026 come data di scadenza. Una finestra temporale piuttosto ampia che potesse permettere di svolgere tali valutazioni con la dovuta calma, lasciando spazio anche ad altre operazioni di mercato più urgenti.

Attesa per il rinnovo di Lautaro, preoccupa la posizione di Zhang

Con il passare delle settimane, però, l’avvicinamento fra l’entourage di Lautaro e la dirigenza nerazzurra ha iniziato a far discutere. Gli ultimi contatti fra Alejandro Camano, suo fidato agente e rappresentante, con Giuseppe Marotta e Piero Ausilio si sarebbero arrestati in occasione della disputa dell’ultimo match su territorio internazionale con l’Atletico Madrid.

Lautaro, rinnovo con l'Inter in stand-by
Ancora niente rinnovo di contratto per Lautaro con l’Inter (LaPresse) – interlive.it

Le parti erano vicine, ma non vicinissime, all’intesa conclusiva. A distanza di un milioncino fra richiesta e offerta, tutto è rimasto congelato intorno ai 9 milioni di euro. Insomma, mancherebbe ancora qualcosa. E al momento non sembrano esserci dettagli utili a comprendere quanto ancora ci vorrà per il raggiungimento di tale intesa.

Quel che ha di fatto rallentato i discorsi sarebbe stata soprattutto la delicata situazione economico-finanziaria in cui naviga il club sotto la gestione Steven Zhang. Il presidente nerazzurro è vicino a Pimco più che mai per il rifinanziamento del debito Oaktree e questo potrebbe rappresentare – sia per Lautaro che per altri protagonisti – una boccata d’aria importante per il prosieguo della propria avventura calcistica a Milano. Anche per il capitano, insomma, questo punto sembra essere essenziale perché inteso come forma di garanzia sul suo futuro alle dipendenze di Inzaghi. Il ‘Toro’ resta comunque fiducioso, come pronunciato da lui stesso in occasione della premiazione ‘Premio Gentleman Fair Play‘.

Impostazioni privacy