Home Inter News: tutte le ultime notizie nerazzurre Conte: “Possono cambiare gli interpreti, non la nostra identità”

Conte: “Possono cambiare gli interpreti, non la nostra identità”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:23

Slavia Praga-Inter, il tecnico nerazzurro Antonio Conte durante la conferenza stampa di presentazione alla sfida di Champions, ha spiegato chiaramente le sue intenzioni in vista di questa decisiva partita

inter conte
Antonio Conte (Getty Images)

SLAVIA PRAGA-INTER CONFERENZA CONTE/ Conferenza stampa di Antonio Conte, in vista della decisiva sfida valida per la quinta giornata del girone F di Champions League. Queste le sue prime dichiarazioni: “Ci aspetta una partita importante e non ha senso piangersi addosso per le assenze dei giocatori: mancheranno Barella, Sensi, Asamoah e ovviamente Sanchez, mentre Politano e Gagliardini sono qui con noi. Io ho sempre chiesto tanto al gruppo e ho sempre avuto risposte positive: alleno calciatori che mi hanno sempre trovato energie anche in mezzo a tante difficoltà. Sarà un match difficile, ci sarà da soffrire: la nostra sfida di andata e le partite dello Slavia con Barcellona e Borussia Dortmund lo testimoniano”. Poi ha aggiunto: “Con gioia ed entusiasmo: sarà una partita stimolante, da affrontare così. Siamo più squadra rispetto all’andata, siamo cresciuti, abbiamo un’identità chiara e definita. Tutti i calciatori della rosa hanno sposato l’idea che abbiamo, che non si modifica. Anche chi ha giocato meno è pronto e sa perfettamente cosa deve fare una volta in campo, l’esempio di Borja Valero a Torino è chiaro. Ho fiducia totale nei miei giocatori, li ho voluti io in rosa: possono cambiare gli interpreti, non la nostra identità“. CLICCA QUI per le altre news sull’Inter.

 

LEGGI ANCHE ->>> Marotta ‘rompe’ l’accordo: ora tratta con Ronaldo

LEGGI ANCHE ->>> Calciomercato: Inter-Juventus, sfida da 40 milioni per gennaio

Infine ha concluso: “Una buona prestazione dà più possibilità di portare a casa il risultato. Vogliamo giocare bene, creare occasioni, essere organizzati. Queste partite servono per crescere: si incontrano squadre top, abituate a vincere e giocare in Europa aiuta il nostro percorso. Per noi quello in Europa è un viaggio appena iniziato, se cresciamo in Italia possiamo crescere anche nelle coppe. Siamo qui e vogliamo giocarci le nostre chance: non ne abbiamo tante, ma sta a noi alimentarle. Solo così possiamo metterci nelle condizioni di andare avanti”. Come ha riportato il sito ufficiale nerazzurro.