Conte, centrocampo da inventare: Eriksen rischia l’equivoco tattico

0
1
inter fiorentina conte coppa italia eriksen
Diretta Udinese Inter Live (Getty Images)

Conte, centrocampo da inventare: Eriksen rischia l’equivoco tattico

INTER CONTE ERIKSEN – L’impatto di Eriksen sull’Inter non è stato devastante come qualcuno si aspettava – consci dell’assoluto valore del giocatore – ma è stato messo in preventivo: condizione fisica e psicologica, adattamento al calcio italiano, integrazione in un nuovo contesto che gioca a memoria e conoscenza dei nuovi compagni di squadra. Tempo al tempo: la qualità c’è, il tempo anche, diamo a Conte e al giocatore il tempo di conoscersi. Anche se, a conti fatti, si rischia che lo stesso possa diventare un equivoco tattico: quale potrebbe essere la posizione ideale? Mezzala sinistra o trequartista? E, nel caso, chi starebbe fuori? Assodato che Brozovic è imprescindibile per questa squadra, verrebbe da dire che Barella e/o Sensi siano i candidati principali per sedersi a turno in panchina. Ma se tutti stanno bene, quali potrebbero essere i criteri della scelta finale? Considerato, soprattutto, che Sensi ed Eriksen sono due top assoluti che per qualità tecnica, tempi di inserimento, visione di gioco e assistenza per i compagni, entrambi rappresentano il meglio che si possa avere nel panorama internazionale. Come Barella. Come Brozovic. Ecco perché Conte dovrà essere bravo a gestirli al meglio al di là di infortuni e squalifiche. La domanda principale rimane, comunque, la stessa: meglio Eriksen mezzala o trequartista? A Conte l’ardua sentenza.

LEGGI ANCHE >>> Le condizioni di Handanovic
LEGGI ANCHE >>> L’ex a sorpresa: ”Voglio tornare a Milano”
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Colpo a zero a giugno